Articoli

,

ES – Elena Sofia Ricci dà vita all’essenza…

Domenica 25 novembre nella meravigliosa cornice di Villa Letizia, affascinante dimora storica progettata da Armando Brasini nel 1911, proprietà della famiglia Fendi Venturini, Elena Sofia Ricci  presenta ES.

L’attrice realizza un sogno durato 20 anni. Dopo svariate ricerche, ridona vita ad un’ essenza che aveva ricevuto in dono, della quale però non conosceva il mix di aromi. Per lungo tempo prova a ricreare quel profumo che l’aveva accompagnata per anni, ma con pochi risultati, fin quando l’incontro con Caterina, che lavora alla farmacia e Profumeria del Castello di Genova, fa nascere una bellissima amicizia e rinascere la fragranza tanto desiderata da Elena. Nasce così ES.

Villa Letizia in occasione di questo evento si trasforma in un posto ancora più magico, incantato. Viene allestito un percorso sensoriale, tra candele, aromi, e attori in costume che decantano le qualità del profumo. Due piccole attrici poi conducono gli ospiti, dalle streghe. Percorrendo una rampa di scale si è catapultati in un’ambientazione unica. Un laboratorio composto, da ampolle, ingredienti e libri con ricette magiche dove proprio le streghe danno vita a pozioni magiche. Nella sala grande, ad accogliere gli ospiti un trio di danzatrici in abiti dorati che, con movenze delicate interagisce con il pubblico che le osserva incantato.

Il percorso termina con un magico buffet, per tutti gli ospiti presenti, e i ringraziamenti della bellissima attrice, che realizza il suo sogno.

Tanti gli ospiti intervenuti come : Gabriele Mainetti, Cristiano Caccamo, Giuppy Izzo, Amedeo Minghi, Maria Latella, Ilaria Spada, Gianmarco Saurino, Luca e Matilde Bernabei ,Cinzia TH Torrini e Ralph Palka, Angelo Longoni ed Eleonora Ivone, Marco Pontecorvo, Lidia Vitale, Blu Yoshimi, Diana del Bufalo, Iaia Forte , Walter e Paola Mainetti, Monica Nappo, Maite Bulgari, Laura Adriani, Mariella Nava, Janet de Nardis e Mario La Torre e tanti altri …

 

Raffaela Anastasio

The Sun’s Smile

 

, ,

TEATRO BRANCACCIO – STAGIONE 2018-19

Inizia la nuova stagione del Teatro Brancaccio 2018-2019

Ecco di seguito il cartellone di tutti gli spettacoli.

5- 21 ottobre 2018
IL CIRCO DEGLI ORRORI
ideato da Doctor John Haze

21 ottobre 2018
L’Altra scena
EDOARDO FERRARIO
DIAMOCI UN TONO
di Edoardo Ferrario

24 ottobre – 11 novembre 2018
Alessandro Longobardi per Officine del Teatro Italiano
SHAKESPEARE IN LOVE
dalla sceneggiatura di Marc Norman & Tom Stoppard
adattamento teatrale Lee Hall
musiche Paddy Cunneen
traduzione Edoardo Erba
con LUCIA LAVIA | MARCO DE GAUDIO
regia GIAMPIERO SOLARI
regia associata BRUNO FORNASARI
originariamente prodotto per il West End dalla Disney Theatrical Productions e Sonia Friedman Productions
regia Declan Donnellan, scene Nick Ormerod

6 novembre 2018
Non c’è problema produzione
PAOLO RUFFINI
e gli attori della compagnia MAYOR VON FRINZIUS
UP & DOWN
al pianoforte Claudia Campolongo
consulenza Artistica Claudia Mazzeranghi
regia LAMBERTO GIANNINI

7 novembre 2018
Dipende SRL
IVA ZANICCHI
UNA VITA DA ZINGARA
scritto da Iva Zanicchi e Mario Audino
arrangiamenti e direzione orchestra M. Stefano Zavattoni
regia di GIAMPIERO SOLARI e PAOLA GALASSI

22 novembre 2018 – 6 Gennaio 2019
Alessandro Longobardi per Officine del Teatro Italiano
in collaborazione con Viola Produzioni
GIANLUCA GUIDI
EMY BERGAMO
“LA VOCE DI LASSU” è di ENZO GARINEI
AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA
commedia musicale di Garinei e Giovannini
scritta con Jaja Fiastri
liberamente ispirata a “After me the deluge” di David Forrest
musiche di Armando Trovajoli
direzione musicale Maurizio Abeni
coreografie di Gino Landi
regia originale di Pietro Garinei e Sandro Giovannini
ripresa teatrale di GIANLUCA GUIDI

15 gennaio – 20 gennaio 2019
The Imperial Ice Stars
CENERENTOLA ON ICE

23 gennaio – 10 febbraio 2019
Alessandro Longobardi per Officine del Teatro Italiano
LA PICCOLA BOTTEGA DEGLI ORRORI
musiche Alan Menken
testi e libretto Howard Ashman
regia DAVIDE NEBBIA

11 febbraio 2019
L’Altra scena
GIORGIO MONTANINI
MONTANINI LIVE 2019
di Giorgio Montanini

12 – 17 febbraio 2019
Enrico Porreca presenta
ANGELO PINTUS
DESTINATI ALL’ESTINZIONE
di Angelo Pintus

18 – 20 febbraio 2019
Marangoni Spettacolo presenta
BEPPE GRILLO
INSOMNIA
di Beppe Grillo

7 – 31 marzo 2019
All Entertainment presenta
PRISCILLA LA REGINA DEL DESERTO
di Stephan Elliott e Allan Scott
direzione musicale Fabio Serri
regia di Simon Phillips
regia italiana di MATTEO GASTALDO

 

Teatro Brancaccio

UFFICIO STAMPA SILVIA SIGNORELLI
silvia.signorelli@comunicazioneeservizi.com – ufficiostampasignorelli@gmail.com

 

Raffaela Anastasio

The Sun’s Smile

,

Audizioni – Teatro Petrolini

Cercasi attori per commedia brillante il giorno 

2 maggio 10 – 14 – Teatro Petrolini via Rubattino 5 00153 Roma (zona
Testaccio) dare conferma email teatropetrolini@tiscali.it

compagnia amatoriale cerca attori per commedia brillante di George
Feydeau presso il Teatro Petrolini. 

1 ruolo ) Yvonne 28 anni attraente carattere forte prepotente
dittatoriale ironica.

1 ruolo) Lucien 29 anni bel giovane con velleita’ artistiche.

3 ruolo) Yoseph giovane valletto molto elegante tipico servitore in
famiglie nobili

si prega di dare conferma via email : teatropetrolini@tiscali.it

TEATRO PETROLINI
VIA RUBATTINO 5
00153 ROMA
Tel. 065757488
teatropetrolini@tiscali.it
www.teatropetrolini.com

fonte ials.org

 

 

The Sun’s Smile

Raffaela Anastasio

,

Visto per Voi – Incognito

Al Teatro della Cometa ” Incognito” di Nick Payne dal 4 al 22 Aprile.

 A Napoli si dice che il cervello ” è una sfoglia di cipolla”, che nasconde innumerevoli strati. Un organo molto complesso.

Complesso proprio come lo spettacolo in scena al Teatro della Cometa.

Scritto da Nick Payne e curato e tradotto dal regista Andrea Trovato, con il sostegno dell’attore Giulio Forges Davanzati della Compagnia Carmentalia.

In scena 4 attori, coinvolti in più ruoli, con al centro della storia proprio il cervello, oggetto di studio di Thomas Stoltz Harvey, che nel 1955 eseguì l’autopsia su Albert Einstein, morto a 76 anni per le conseguenze di un aneurisma dell’aorta addominale.

All’insaputa di familiari ed eredi, il patologo statunitense rubò il cervello del geniale fisico, premio Nobel nel 1921, sezionandolo in duecentoquaranta parti con l’ingenua speranza di scoprire la mente umana.

Henry Molaison è invece protagonista dell’altro caso, egli, essendo affetto da gravi disturbi mnestici, è stato oggetto di studio nel 1953 per curare le sue crisi epilettiche. Dopo la rimozione di una parte del cervello subì la perdita cronica della memoria a lungo termine; fu “condannato” dunque a vivere un eterno presente, rimanendo cosciente soltanto del suo amore straordinario per la moglie, che lo accompagnò fino alla sua morte avvenuta nel 2008. “Conosciuto in ambiti scientifici come il paziente HM, è stato l’essere umano più studiato dalla neuroscienza”.

La terza storia, invece, ambientata ai giorni nostri, è di pura fantasia e riguarda Martha, una neuropsicologa con una tormentata storia affettiva, che analizza le amnesie dei suoi pazienti. 

 

Il sipario si alza su di una scenografia scarna, buia, composta di 4 sedie e qualche pedana. Inizia il racconto.

I 4 attori iniziano a raccontare la prima storia in cui si vuol studiare il cervello di Einstein….filo conduttore dello spettacolo, che vedrà in scena circa 21 personaggi, in storie apparentemente scollegate, che andranno ad intersecarsi piano piano, avanti e indietro nel tempo, in uno spazio circoscritto.

Di tanto intanto sullo sfondo scuro viene proiettato un fascio di luce che ricorda proprio il cervello ed illumina la scena…

Lo spettacolo si evolve in un atto unico, e lo spettatore deve mantenere alta la concentrazione per trovare il filo della matassa che conduce all’epilogo.

Uno spettacolo in cui i sentimenti e la ragione sono rappresentati in maniera differente.

Nel finale si concentra tutto il pathos ed è la conclusione piu’ corretta per chi recepisce l’amore come cio’ che piu’ di tutto e tutti unisce gli uomini. 

Una buona prova per gli attori che passano abilmente da un carattere all’altro, con ritmi serrati. A prova della fatica, le lacrime di una delle attrice alla fine dello spettacolo, emozionanti e liberatorie.

“Incongnito”

al Teatro della Cometa dal 4 al 22 Aprile

Raffaela Anastasio

The Sun’s Smile

 

 

 

 

,

Visto per Voi – L’ultimo Recital

Marco Zadra è in scena al Teatro Sette dal 26 al 29 marzo con ” L’ultimo Recital”…

La luce è soffusa, la colonna sonora, quella dei grandi autori di un tempo, eseguita magistralmente dal grande maestro Fausto Zadra.

La scena si apre su una grande stanza, e si ha la sensazione di curiosare, entrando a casa di ” qualcuno”. La scenografia è composta da tanti oggetti, vestiti, cimeli, valige un sofà rosso al centro della scena e dei grembiuli tutti intorno.

Zadra  scandisce i tempi della sua storia proprio attraverso quei grembiuli di diversi colori, per le elementari, per le medie, attraverso la divisa per il collegio… in questo modo  l’artista porta lo spettatore nella sua vita, accompagnandolo per mano.

L’attore ripercorre il suo passato, racconta le sue origini, il tempo trascorso con i suoi nonni, i suoi genitori, i viaggi, i sacrifici, la guerra e le tante gioie vissute grazie alla sua famiglia, alla quale è infinitamente grato.

Racconta le emozioni attraverso immagini, fotografie, filmati e aneddoti, e la musica eseguita dal suo Papà e dalla sua Mamma ( li cita sempre in questo modo, mai “padre”, “madre” accertandosi di tenere lontane le distanze, per la persone che sono state così importanti nella sua vita) talvolta regalando una risata, talvolta regalando un’emozione così forte che una lacrima non fa fatica a palesarsi.

Il personaggio diventa persona. Marco si mostra, mette il suo cuore nelle mani del suo pubblico, per la prima volta in questo modo.

Per due ore su quel palco, ci si dimentica dell’attore di “Zadriskie Point” o “Ladri di Battute” o “Karma Letale” o del ” Il Mistero del calzino bucato” e il pubblico, vede Marco con tutta la sua forza e le sue fragilità, le sue paure, i sui sensi di colpa, il suo amore, l’uomo mostra la parte piu’ nascosta, quella che spesso si cela  dietro ad un “Quanti cazzi ser”, (battuta tratta da “Il Mistero del calzino bucato”)  chi segue Zadra da tempo come me, sa benissimo a cosa mi riferisco.

 

Questo Marco che si commuove in scena, parlando della sua mamma, o mentre abbraccia il vestito che ha indossato il suo papà durante il suo ultimo recital, che si dona senza più timore, è un Marco che ha fatto i conti con se stesso ed è finalmente libero e la sua anima più leggera…

 

Lo spettacolo termina con un applauso di circa dieci minuti ed una standing ovation… un pubblico emozionato, in piedi per ringraziare l’artista, l’attore, il regista, lo scrittore….ma soprattutto per ringraziare l’uomo che ha avuto il coraggio di donarsi,… Marco.

 

 

Raffaela Anastasio

The Sun’ s Smile

 

,

Io sto con Papà

“Il bisogno di intessere relazioni affettive è un esigenza insita nella natura umana. L’uomo, infatti, non è fatto per vivere da solo, ma è un individuo che tra i vari bisogni essenziali ha quello dell’attaccamento che scaturisce dalla necessità di protezione e che permette agli individui di avere una maggiore sicurezza nell’esplorazione del mondo e nella costruzione del proprio bagaglio di esperienze.

L’interruzione dei legami affettivi tra genitori detenuti e figli, come statisticamente provato, può incrementare fenomeni di abbandono scolastico, devianza giovanile, disoccupazione, illegalità, disagio sociale e aumentare i casi di detenzione tra i figli di genitori detenuti.

Nasce per questo il progetto ” Io sto con papà” ’idea per promuovere e rafforzare in ogni modo il mantenimento della relazione figlio genitore durante la detenzione e sensibilizzare la società civile perché si faccia carico dei diritti umani, sanciti dalle convenzioni internazionali, in favore dei minori separati dai propri genitori detenuti, affinché il diritto alla genitorialità venga garantito, culturalmente assimilato e reso parte del sistema valoriale.

 

 L’evento si svolgerà domenica 11 marzo al Factory, Piazzale dello Stadio Olimpico 5, dalle ore 18, la manifestazione di musica e cabaret “Io sto con papà”.

Per l’occasione sul palco a presentare l’evento un trio d’eccezione: Andrea Delogu (Stracult, Rai2) e Arianna Ciampoli (Quelle brave ragazze, Rai1) con Fabrizio Pacifici.
Tra gli ospiti Magico Alivernini, Marco Passiglia, Enio Drovandi, Armando Tartaglini (cover di Zucchero), Leonardo Butera (cover dei Queen), Gianluca Giugliarelli, Marco Rossetti e il popolare rapper Tony Effe (Dark Polo Gang).

 

 

 

Raffaela Anastasio

The Sun’s Smile

 

, ,

Visto per Voi – Non è poi la fine del mondo

“Non è poi la fine del mondo”, in scena dal 15 al 18 Febbraio, presso la sala Fabrizi del Teatro Petrolini, di e con Simone Buffa e Francesca Bruni.

Due ragazzi che vogliono raccontare la storia di un incontro.

Di un incontro come tanti tra un ragazzo ed una ragazza e dei loro rispettivi mondi.

Due mondi distanti, spazi discordi, universi che stridono. Almeno in apparenza.
Lei è un’artista dolce e un po’ matta come le canzoni che canta, come i mille personaggi esuberanti che interpreta; personaggi inventati, ma dannatamente veri, come la realtà in cui vive, veri come la polvere del palcoscenico che ama respirare.
Lui, invece, è una mente al servizio della scienza. Alcuni potrebbero definirlo strano, goffo, strambo. Antipatico, persino. Molti altri non lo definirebbero affatto, poiché non lo conoscerebbero mai, perdendolo di vista tra i silenzi e le ombre in cui, a volte, diventa necessario dissolversi. I pensieri amano il silenzio, i pensieri creano eternità. Connessioni troppo rigide, ma inevitabili: convivere con la sindrome di Asperger.

Questa storia è la parabola di una comunicazione impossibile. E’ il sole che si allontana e l’amore costante della luna che lo aspetterà per anni per poterlo riabbracciare in un’eclissi. È un vortice di colori che presto dimenticheremo. Una notte buia in cui all’improvviso succede qualcosa. In questa storia ci sono due semplici ragazzi, come tanti o come nessuno in particolare.

Ma soprattutto ci sarete Voi, Voi che osservate, che ascoltate, Voi con le vostre corse e i vostri momenti fermi. Ci sarete Voi la sera a dare la buonanotte guardando il freddo. Ci sarete Voi che sperate. Voi che non vi fermate mai. Ci sarete Voi. Anche quando nessuno ve lo dice.

“Non è poi la fine del Mondo” è uno spettacolo fatto con il cuore e la passione di due ragazzi che amano il teatro, che amano lo scricchiolio delle tavole di legno, che amano il silenzio delle poltrone ed il profumo del sipario. Mettono a nudo le loro emozioni, condividendole con il pubblico in sala.

The Sun’s Smile ha avuto la fortuna di “sentire” in anteprima la passione di questo racconto.

 

di e con Francesca Bruni e Simone Buffa

Aiuto Regia: Nicoletta Conti, Deirdre Maeve (Greta Civitareale)
Luci e fonica: Luca Pastore
Riprese video: Riccardo Dell’Era
Foto di scena: Maria Teresa Franceschini

E’ una produzione:
Associazione Culturale “Sipario Su Roma”

Teatro Petrolini – Sala Fabrizi (Roma, zona Testaccio)
Via Rubattino 5, 00153 Roma

Biglietto intero: 13 € + 2 € tessera
Ridotto: 10 € + 2 € tessera (under 14 /over 65)

Per info & prenotazioni:
cell: 320 8114423
email: sipariosuroma@gmail.com

The Sun’s Smile

Raffaela Anastasio

 

 

,

Capodanno a Teatro a Roma

  • Gli spettacoli e i concerti in scena la sera del 31 dicembre 2017 a Roma:
  • Gigi Proietti: Cavalli di Battaglia all’Auditourium Parco della Musica
  • Mamma mia al Teatro Sistina
  • Lorella Cuccarini ne La Regina di Ghiaccio al Teatro Brancaccio
  • Rossi stasera…Buon Anno si spera all’Auditorium del Massimo
  • Francesco Pannofino in Bukurosh mio nipote. Il ritorno dei suoceri albanesi al Sala Umberto
  • Capodanno a Casa Golden al Teatro Golden
  • Ragazzi di vita al Teatro Argentina
  • Coppia aperta quasi spalancata al Teatro Belli
  • Antonello Avallone in Nell’anno del Signore al Teatro dell’Angelo
  • Ambra Angiolini ne La guerra dei Roses al Teatro Eliseo

Continua a leggere

,

NATALE A CINECITTA’ WORLD

Finalmente è Natale, e come aveva promesso l’Amministratore Delegato Stefano Cigarini durante l’inaugurazione di Halloween, nuove soprese attendono i visitatori durante il periodo natalizio al parco dei divertimenti CinecittàWorld.

Dopo il lungo weekend di Halloween che ha registrato oltre 20.000 ingressi, Cinecittà World propone una nuova sorpresa ai suoi visitatori:
l’apertura straordinaria dall’8 dicembre al 7 gennaio 2018 con un ricco cartellone di appuntamenti ed anteprime.

 The Sun’s Smile è stata ospite Sabato 9 dicembre al party ufficiale di inaugurazione della stagione Natalizia organizzato dalla “Tiziana Rocca Production” con tanti ospiti, tra cui  Matilde Brandi, Danilo Brugia, Fanny Cadeo, Paolo Calissano, Nathalie Caldonazzo, Kaspar Capparoni, Sebastiano Somma, Valeria Zazzaretta, Daria Baykalova, Sabina Stilo, Sharon Alessandri, Cosetta Turco, Katia Greco, Chiara Leonetti, Micaela, Sara Galimberti, Brazo Crew, Erika Marconi, Massimo Coglitore, Francesca De Martini, Jacopo Olmo Antinori, Katia Greco, Morgana Lengfeld.

Gli ospiti sono stati accolti al Teatro 1 dove  l’AD. Cigarini ha illustrato il programma natalizio del parco:
dal 7 al 10 dicembre il parco ospiterà le riprese del programma “I Crew” che andrà in onda su La 5 in primavera 2018.

Il 10 dicembre tappa finale dell’ Oscar dei Comuni la manifestazione che promuove le eccellenze del Lazio. In questo weekend il Parco ospiterà i bambini di un comune delle zone terremotate del Centro Italia devolvendo parte del ricavato.

Il 23 dicembre la proiezione del film brillante: La mia famiglia a soqquadro.

Ma non è tutto, ci ha spiegato l’AD,  perché dopo il Natale si prepara un’indimenticabile Capodanno con una grande festa dalle 18 alle 8 di mattina. Amore 018 , con 100 artisti, 70 djset, 14 ore di musica no stop, 30 live set,spettacoli e attrazioni per tutta la serata e la possibilità di scegliere tra diversi tipi di cenone . Tra i nomi già annunciati Sfera Ebbasta e Derrick May.
Un Capodanno speciale, per grandi, ragazzi e bambini, a partire da 35€, con navette che partono da Roma e la possibilità di lasciare a casa l’auto e godere a pieno della serata di festa. La stagione si concluderà con il weekend dell’Epifania …Il 6 gennaio l’anteprima nazionale del
film d’animazione Leo Da Vinci, Missione Monna Lisa.

Dopo i saluti dell’AD, si è dato inizio allo spettacolo, Gangs of musical, ha raccontato, attraverso una sequenza mozzafiato di brani tutti dal vivo, alcuni tra i Film musicali natalizi più famosi della storia, uno spettacolo molto applaudito.

E poi si è dato il via al giro delle attrazioni, montagne russe, il west e alle 18 un vasto pubblico ha assistito all’anteprima del film DICKENS – L’uomo che inventò di Natale di Bharat Nalluri, un coinvolgente biopic letterario che rivela gli aspetti meno noti della vita dello scrittore inglese Charles Dickens autore di uno dei capolavori della letteratura di tutti i tempi: Canto di Natale.

Il film, distribuito da Notorius Pictures, uscirà nelle sale il 21 dicembre. 

Ancora una volta Stefano Cigarini, è andato oltre tutte le aspettative, i sorrisi stampati sui volti dei bambini che correvano lungo le streets del parco ne sono stati la prova.


 …Arrivederci alla prossima stagione!!!

 

 

 

 

The Sun’s Smile

 

Raffaela Anastasio

 

 

 

,

Premio sette colli 11° edizione

Questa sera presso  Exe Roma, si svolgerà l’undicesima edizione del premio Sette Colli, evento di avvicinamento alla sfida tra Roma e Lazio che vede
assegnare, di volta in volta, un riconoscimento agli eroi che si sono resi protagonisti del derby capitolino, saranno premiati anche tifosi “vip”, oltre a dei rappresentanti del tifo biancoceleste in segno di fair play.
L’undicesima edizione di giovedì 16 novembre 2017, organizzata da Fabrizio Pacifici e presentata da Federica Peluffo. Sette i premi da assegnare: sette come i sette colli sui quali venne fondata Roma.

Un riconoscimento unico nel suo genere, dettato dal tifo e dalla passione. Importante il messaggio di “non violenza” che trasmette il “Premio Sette Colli Romanisti”: in ogni edizione un tifoso romanista premierà un tifoso laziale e così viceversa, un segnale distensivo per allentare le tensioni di una partita fondamentale per la città e per la classifica delle due squadre.

Ogni riconoscimento sarà consegnato da una madrina o padrino d’eccezione.

I PREMIATI DELLA UNDICESIMA  EDIZIONE: Continua a leggere