Articoli

,

Visto per Voi – Mary Poppins – Il Musical

La magica storia della tata più celebre del mondo arriva finalmente nella capitale, al Teatro Sistina dopo sette mesi di programmazione, 200 repliche e 200.000 spettatori, nella sola città di Milano. 

“Mary Poppins” racconta la storia della famiglia Banks che vive in una casetta a Londra in Cherry Tree Lane. Il signore e la signora Banks attraversano un momento difficile perché i figli, Jane e Michael, sono incontrollabili e hanno bisogno di una nuova tata. Jane e Michael hanno le idee chiare su quella che dovrebbe diventare la loro bambinaia ideale, mentre i genitori e, in particolare, il signor Banks esigono una persona molto rigorosa e severa. Quando una giovane donna misteriosa di nome Mary Poppins appare alla porta di casa, la famiglia scopre rapidamente che è la risposta a tutte le loro preghiere, anche se nel modo più originale. Mary Poppins accompagna i bambini in tante avventure magiche e indimenticabili, ma Jane e Michael non sono gli unici a trarre beneficio dalla sua presenza. Anche gli adulti possono imparare una lezione o due dalla tata che ti ricorda che …
TUTTO PUO’ ACCADERE SE CI CREDI!

Cresciuta sulle note di “Un poco di zucchero”,“Supercalifragilistichespiralidoso”, avevo il timore di assistere a qualche arrangiata imitazione del film (come purtroppo spesso succede).

La mascherina mi indica il posto dove accomodarmi e fisso il palco in attesa che calino le luci.

Chi è di scena!

Il sipario si apre e scopre il mondo magico di Mary Poppins.

Tutto è perfetto, il cast composto da 32 attori, le scenografie, un’orchestra dal vivo composta da 13 elementi, coreografie mai banali e strepitose, spettacolari cambi di scena, costumi sontuosi, ed incredibili effetti speciali.

In un attimo si ritorna bambini, e ci si immerge nel fantastico mondo di Mery Poppins. Si passeggia in un quadro, si balla sui tetti con gli spazza camini, gli aquiloni prendono il volo…

Tutto meravigliosamente perfetto. L’entusiasmo del pubblico, ed il mio, è stato percepibile da subito.

Gli applausi, ed il coinvolgimento del pubblico nell’accompagnare la protagonista durante l’interpretazione delle canzoni, sono stata la prova evidente di un fantastico, ed eccellente lavoro di questa meravigliosa produzione.

Giulia Fabbri raccoglie una non facile eredità (Julie Andrews e diventa Mary Poppins), Alessandro Aprise è George Banks, Davide Sammartano è Bert con due camei di lusso nel musical, Donatella Pandimiglio nel ruolo della vecchietta dei piccioni, Simona Patitucci che interpreta Mrs. Corry , un personaggio che “esiste” nei libri, ma non nei film ed è un personaggio coloratissimo, che non si dimentica..

” Poi ti spiegi”.

Un musical da non perdere, adatto a grandi e piccini, The Sun’s Smile lo consiglia appassionatamente, era da tanto tempo che non uscivo da Teatro con la voglia di ritornare il piu’ presto possibile per rivedere lo stesso spettacolo, ed è meravigliosa la gioia che si ha, tornando a casa.

In scena dal 24 ottobre al 6 gennaio 2020, dal giovedì al sabato ore 20,30, sabato e domenica ore 16.

info su www.ilsistina.it.

The Sun’s Smile

Raffaela Anastasio

,

VISTO PER VOI – ALADIN, IL MUSICA GENIALE

Il Teatro Brancaccio, reduce dai successi di “Rapunzel il Musical”, “Peter Pan il musical” e “La Regina di Ghiaccio il musical” accoglie nel nuovo cartellone 2019/2020  il  nuovo family show, “Aladin, il musical geniale”.http://www.thesunsmile.com/2019/09/01/cartellone-2019-2020-teatro-brancaccio/

Maurizio Colombi, si ispira al famoso lungometraggio Disney,  e con mente coraggiosa elabora delle variazioni. Il musical mantiene ovviamente l’ambientazione mediorientale e i personaggi principali, da Aladino (Leonardo Cecchi) a Jasmine (Emanuela Rei) passando per il sultano (Daniele Derogatis) e per Jafar (Maurizio Semeraro), ma per il resto ne rielabora completamente e creativamente il testo e perfino la trama.
Colombi ci regala  ben due geni (quello della lampada, Umberto Noto, e quello dell’anello, Sergio Friscia), un basso e buffo assistente del cattivo (Jonathan Guerrero alias Skifus) e un equivoco amoroso che coinvolge anche l’amico di Aladin, Abdul (Renato Crudo) e la damigella di corte Aisha (Gloria Miele). Le altre scene simbolo di questa vicenda ci sono tutte: dalle traversate del deserto per raggiungere la grotta della lampada agli intermezzi tra le baracche del mercato e il palazzo del sultano, fino al commovente volo sul tappeto dei due innamorati.

La prima romana è stata un successo, il parterre ricco di personaggi del mondo dello spettacolo ed i loro bambini.

L’atmosfera magica ed orientale, è resa bene dai costumi coloratissimi, dalla musica, (anche se il medley del secondo atto non ci ha tanto convinti), forse si poteva osare un po’ di piu’ con la scenografia talvolta scarna, di tutto rispetto i molteplici effetti speciali.

Un cast  composto da due protagonisti molto giovani,  Emanuela Rei (vista nella serie Maggie & Bianca Fashion Friends) e da Leonardo Cecchi ( Alex &Co) supportati da veterani delle tavole di legno, come Maurizio Semeraro, Umberto Noto ed il fantastico Sergio Friscia, che come sempre è una garanzia.

Uno spettacolo che coinvolge tutta la famiglia e si ritorna a casa con un po’ di magia nel cuore.

Aladin il musical geniale

dal 2 ottobre all’ 8 Dicembre in scena al Teatro Brancaccio

Indirizzo
Via Merulana, 244 – 00185 Roma
Mail
botteghino@teatrobrancaccio.it
Telefono
06 80687231
Orari
martedì – venerdì h. 10.00/13.00 – 14.00/19.00
sabato h. 14.00 – 19.00 / domenica h. 14.00 – 19.00
lunedì chiuso
CENTRALINO OPERATIVO PER INFO E PRENOTAZIONI
lunedì – venerdì h. 10.00/13.00 – 14.00/19.00
sabato h. 14.00 – 19.00 / domenica h. 14.00 – 19.00

 

The Sun’s Smile

Raffaela Anastasio

 

 

 

,

LIVING DINOSAURS – ARTE VIRTUALE – VAN GOGH + MONET Experience

LIVING DINOSAURS

Dopo lo straordinario tour mondiale, la più grande mostra di dinosauri
animatronici mai realizzata arriva in Italia!

ARTE VIRTUALE – VAN GOGH + MONET Experience
Per la prima volta a Roma: vedi, senti, vivi i luoghi che hanno
ispirato i due giganti della pittura più amati di sempre

Dal 9 ottobre 
VIDEOCITTA’
Via Guido Reni 7, Roma
Un incredibile viaggio nel tempo alla scoperta dei giganti della terra
Dopo lo straordinario tour mondiale, la più grande mostra di
dinosauri animatronici mai realizzata arriva in Italia!
RESPIRANO, SI MUOVONO:
SONO VIVI!!!

“LIVING DINOSAURS” è una mostra educativa, adatta a tutta la famiglia, che accompagna i visitatori
in un coinvolgente viaggio nel passato.
Prodotta dalla Sudamericana Aurea Exhibitions, è organizzata per la prima volta a Roma da Next
Exhibition.
Ogni dinosauro presenta movimenti, colori e suoni realistici,
offrendo incontri unici di “vita quotidiana”
con questi enormi creature.
Il team di esperti ha lavorato alla creazione di ogni singolo dinosauro considerando i minimi
dettagli. Display illustrati e pannelli informativi spiegano la storia dei dominatori della terra di
milioni di anni fa con un linguaggio semplice, di facile comprensione ed apprendimento per tutti.
La mostra osserva le caratteristiche di un bioparco, per una passeggiata indimenticabile tra i diversi
habitat di ogni dinosauro. I visitatori potranno dunque provare un’esperienza emozionante,
apprezzando la maestosità in movimento di questi incredibili animali scomparsi, come se fossero
conservati e protetti in un parco biologico, proprio come nel celebre film “Jurassic Park”.
www.dinosaurslive.it

 

Faccia a faccia con il cattivissimo Tyrannosauro Rex, con l’erbivoro Triceratops, con il maestoso
Brachiosaurus: dinosauri volanti e che camminano verso di voi, pronti ad essere osservati e
fotografati…l’effetto “WOW” è assicurato!

Uno spasso per i bambini ed un’occasione unica anche per gli adulti, per imparare e divertirsi,
scoprendo tutti i segreti dei giganti del passato, dalla loro prima apparizione sulla Terra alla loro
misteriosa scomparsa.

ARTE VIRTUALE
VAN GOGH + MONET Experience

Uno straordinario viaggio immersivo

il Festival della visione ideato da Francesco Rutelli con la direzione artistica di Francesco Dobrovich giunto alla seconda edizione e in programma fino a dicembre a Roma
Un incredibile viaggio nel tempo alla scoperta di Van Gogh e Monet.
Vedi, senti, vivi i luoghi che hanno ispirato
i due giganti della pittura più amati di sempre…
Grazie alla tecnologia VR il visitatore sarà immerso a 360 gradi nei paesaggi, nei colori, nelle
atmosfere, ai tempi di Arles e Giverny, come se stesse vivendo all’interno del quadro.

L’esperienza, per la prima volta a Roma, è totalizzante: il visitatore viene preso per mano e guidato in un percorso culturale tra reale e virtuale alla ricerca di emozioni nuove e delicate,
aprendo la mente verso sensazioni mai provate prima: colori, impressioni, sentimenti…
La mostra, prodotta e distribuita a livello internazionale da Next Exhibition, è composta da quattro
momenti.
CLAUDE MONET
Il visitatore visualizza come primo scenario le riproduzioni dei principali quadri di Claude Monet
colui che ha contribuito a cambiare la storia dell’arte attraverso un nuovo approccio verso
l’esterno, cogliendo e rendendo eterno quel momento irripetibile di vita che passa veloce,
quell’attimo da cogliere che viene fissato nella sua interezza e nella sua bellezza.
Il visitatore potrà immortalarsi o farsi immortalare in uno scenario fortemente evocativo, prima di
entrare nella “mente” del Maestro. Con il supporto dell’oculus rift , strumento di ultimissima
generazione per il mondo virtuale, il pubblico vivrà il percorso virtuale ed il racconto degli scenari che hanno ispirato l’arte di Monet. Da qui inizia il secondo momento di questa mostra….

Dal colore rosso vibrante de “I papaveri” al giallo de “I covoni”, dal paesaggio innevato de “la
Gazza” al guizzo dell’acqua del Tamigi di “Parlamento, al tramonto”. Gli scorci di “Bordighera” e il
tocco leggero de “Le Ninfee” fino alla stazione, tema ricorrente nei quadri dell’Artista.
Uscendo dall’esperienza virtuale, e passando dal ponte di fiori che evoca il Giardino a Giverny si
arriva al terzo momento di questo viaggio… Vincent Van Gogh!

VINCENT VAN GOGH
Il terzo scenario comprende le riproduzioni dei principali quadri di Van Gogh, approcciandosi alla
sua personalità e alle
diverse fasi della sua esistenza.
Dalle raffigurazioni degli esordi di pittura contadina e delle classi più povere al periodo parigino,
quando incontra i lavori degli impressionisti e di Monet, rimanendone deluso.
“Ad Anversa non sapevo nemmeno che cosa fossero gli impressionisti. Quando si vedono per la
prima volta si rimane delusi: le loro opere sono brutte, disordinate, mal dipinte e mal disegnate,
sono povere di colore. Questa è la mia prima impressione quando sono venuto a Parigi”.
Il periodo di Arles con il rapporto di amore/odio con Gauguin, fino all’isolamento a Saint-Remy-de-
Provance. E infine l’arrivo ad Auvers-Sur-Oise dove la follia ha il sopravvento e l’artista muore
suicida.
Un’area espositiva dove si inizia ad intuire il tormento del genio Van Gogh, anche grazie ai suoi
aforismi, spesso tratti dalle lettere che scrive al fratello Theo.
Usciti dalla camera si incontra la seconda fase virtuale, quarto momento della mostra.
Indossato anche qui l’oculus rift, il visitatore vede e sente come Van Gogh, vivendo in maniera multisensoriale una giornata dell’artista : dall’alba al tramonto nel corpo del pittore, nel villaggio di
Arles, Francia. La passeggiata immersiva è completa, a 360 gradi, e ruota attorno ad una successione di sette opere di Van Gogh.Dal risveglio nella camera da letto (“La camera da letto di Van Gogh”), il camminare per le scale, la scoperta della casa dall’esterno (“La Casa Bianca”), l’avanzamento nei campi con l’incontro delle contadine (“La Siesta “), l’arrivo nel” Campo di grano con i corvi “e poi” Un campo di grano con cipressi” dove un effetto di velocità indica che la fine della giornata sta arrivando e la transizione a
“La Notte Stellata” inizia, prima che finisca definitivamente il giorno con la pittura notturna sul
lungomare (“Notte stellata sul Rodano”) e il ritorno alla camera da letto (“La camera da letto di Van
Gogh”).
Su ogni nuova scena, i visitatori percepiscono l’ambiente con gli occhi dell’artista e quando si
trovano ad una distanza ravvicinata le mani iniziano addirittura a dipingere il paesaggio che diventa opera, con menzione del titolo ed anno di realizzazione.
Si percepisce l’essenza di Van Gogh e la sua personale interpretazione di ciò che ha visto o sentito.
Il racconto del suo tormento esistenziale è in prima persona… 

 

GIORNI ED ORARI DI APERTURA
La mostra sarà aperta tutti i giorni, inclusi i festivi nei seguenti orari:

Lunedì-venerdì dalle 10 alle 18

Sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 20
Ultimo ingresso consentito in mostra un’ora prima dell’orario di chiusura.

www.artevirtualexperience.it

The Sun’s Smile

Raffaela Anastasio

 

 

 

,

CARTELLONE 2019/2020 – TEATRO CIAK

Il Teatro Ciak presente la nuova stagione teatrale.

Dal 03 AL 13 OTTOBRE 2019
ROMEO E GIULIETTA
L’Ultrà e L’Irriducibile
scritto e diretto da GIANNI CLEMENTI

Dal 17 Ottobre AL 03 Novembre 2019
NODO ALLA GOLA
di Patrick Hamilton
Regia di Raffaele Castria

DAL 07 AL 10 NOVEMBRE 2019
LA CENA DELLE BELVE
regia JULIEN SIBRE e VIRGINIA ACQUA

DAL 14 AL 17 NOVEMBRE
GIUSEPPE PAMBIERI, PAOLA QUATTRINI, COCHI PONZONI e con ERICA BLANC
QUARTET
di Ronald Harwood
Regia PATRICK ROSSI GASTALDI

 

DAL 21 AL 24 NOVEMBRE 2019
POTTED POTTER
TUTTI I 7 LIBRI DI HARRY POTTER IN 70 MINUTI
con Davide Nebbia e Mario Finulli regia Richard Hurst
regista associato Simone Leonardi

 

DAL 14 DICEMBRE 2019 AL 06 GENNAIO 2020
DELITTO PERFETTO
Dial “M” for Murder di Frederick Knott Regia Anna Masullo

 

DAL 09 AL 19 GENNAIO 2020
MAURIZIO MICHELI
UOMO SOLO IN FILA
REGIA Maurizio Micheli al pianoforte Gianluca Sambataro

 

DAL 23 GENNAIO AL 02 FEBBRAIO 2020
NINO FORMICOLA – MAX PISU
LA CENA DEI CRETINI
di Francis Veber Regia Nino Formicola

 

DALL’8 FEBBRAIO AL 01 MARZO 2020
LA SCALA A CHIOCCIOLA
di Ethel Lina White Regia Anna Masullo

 

al 5 marzo all’8 marzo 2020
IL MAJORANA SHOW
di Claudio Pallottini
regia di Marco Simeoli
supervisione artistica Gigi Proietti

 

DAL 12 AL 15 MARZO 2020
CORRADO TEDESCHI E DEBORA CAPRIOGLIO
NOTTE DI FOLLIA
Da Nuit d’ivresse di Josiane Balasko
Regia Antonio Zavatteri

 

Teatro Ciak 

Via Cassia, 692, 00189 Roma

Telefono Botteghino
0633249268

The Sun’s Smile

 

,

CONTEST – BORSA DI STUDIO PIETRO COCCIA UN GIOVANE TALENTO DELLA FOTOGRAFIA

ARRIVA LA BORSA DI STUDIO PIETRO COCCIA PER UN GIOVANE TALENTO DELLA FOTOGRAFIA

 

ARRIVA LA BORSA DI STUDIO PIETRO COCCIA PER UN GIOVANE TALENTO DELLA FOTOGRAFIA. APERTO IL CONTEST. CARLO VERDONE CONSEGNERÀ IL 26 OTTOBRE IL RICONOSCIMENTO.
Aperto il contest – DEADLINE 30 settembre.
Un giovane fotografo riceverà la Borsa di studio Pietro Coccia grazie ad Alice nella Città. A consegnarla Carlo Verdone che premierà il giovane talento che riceverà sia la Borsa di Studio che il pass per scattare insieme agli altri suoi futuri colleghi durante il red carpet delle proiezioni e durante gli eventi e gli incontri di Alice nella città in occasione della Festa del Cinema di Roma.
Roma 18 settembre 2019
Sono passati quasi quattro mesi dalla scomparsa di chi ha lasciato una fotografia indelebile nei nostri cuori, il fotografo Pietro Coccia.
Per omaggiare un uomo da sempre in prima linea per aiutare gli altri, Alice nella città sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma dedicata alle giovani generazioni ha deciso di istituire una Borsa di Studio intitolata a Pietro Coccia ad un giovane talento della fotografia.
Per questo e’ aperto il contest entro il 30 settembre.
Tutti i ragazzi dai 15 ai 24 anni amanti della fotografia possono mandare all’email segreteriaalice@gmail.com e in copia a redazcine10@gmail.com oggetto “Borsa di Studio Pietro Coccia” una breve descrizione di massimo una pagina (in word) raccontando quanto sia importante per loro la fotografia. E una breve bio indicando nome, cognome, residenza, recapito telefonico e data di nascita.
Inviare inoltre 3 foto che il candidato ritiene rappresentino il suo desiderio di fare fotografia, le foto alle quali si è più legati e rappresentino il proprio stile o talento (foto non di se’stessi ma scattate in giro per passione o per lavoro)
Una giuria qualificata coordinata da Alice nella città deciderà il talento della fotografia al quale verrà assegnata la Borsa di Studio Pietro Coccia che oltre al Pass per la sua presenza durante le attività di Alice nella città
sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma. riceverà 1000 euro per studiare fotografia o per attrezzature fotografiche.

 

 

FONTE CINEMOTORE

 

The Sun’s Smile

,

CARTELLONE 2019 – 2020 TEATRO COMETA

Il Cartellone con gli Spettacoli della stagione teatrale 2019/2020 -Teatro della Cometa

9 | 27 OTTOBRE 2019
I giardini di Antares in collaborazione con S.M.ART associazione culturale
VALIUM
una commedia anti stress di Alessandro Sena
regia Alessandro Sena

30 OTTOBRE | 10 NOVEMBRE 2019
Teatro Segreto presenta
EXIT – Grazie dei fiori
di Antonio Marfella e Giovanni Esposito
regia Giovanni Esposito

13 NOVEMBRE | 1° DICEMBRE 2019
Argot Produzioni presenta
​7 ANNI
di José Cabeza e Julia Fontana
regia Francesco Frangipane

4 | 15 DICEMBRE 2019
Nove Teatro in collaborazione con Ars Creazione e Spettacolo presentano
…FINO ALLE STELLE!
scalata in musica lungo lo stivale
di e con Tiziano Caputo e Agnese Fallongo
regia Raffaele Latagliata

20 DICEMBRE 2019 | 12 GENNAIO 2020
NON È VERO MA CI CREDO
di Peppino De Filippo

con Enzo Decaro
regia Leo Muscato

15| 26 GENNAIO 2020
Danila Celani per Synergie Teatrali e Teatro Ventidio Basso con AMAT presentano
LISISTRATA
da Aristofane
con Gaia De Laurentiis, Stefano Artissunch, Gian Paolo Valentini, Stefano Tosoni
e con un coro di 14 pupazzi
regia Stefano Artissunch

29 GENNAIO | 16 FEBBRAIO 2020
Tehauana Sals presenta
IMPARARE AD AMARSI
di Pierre Palmade e Muriel Robin
con Pino Insegno e Alessia Navarro

regia Siddhartha Prestinari
musiche originali Bungaro e Antonio Fresa

19 FEBBRAIO | 1° MARZO 2020
Nicola Canonico Per La Good Mood presenta
NEANCHE IL TEMPO DI PIACERSI
di Marco Falaguasta Alessandro Mancini Tiziana Foschi
con Marco Falaguasta
regia di Tiziana Foschi

4 | 22 MARZO 2020
IL TEST
di Jordi Vallejo
traduzione Piero Pasqua
con Roberto Ciufoli, Benedicta Boccoli, Simone Colombari, Sarah Biacchi
regia Roberto Ciufoli

25 MARZO | 5 APRILE 2020
CHE TE LO DICO A FARE
– 14 trasformazioni –
con Luca De Bei e Barbara Porta
costumi Lucia Mariani
scene Valeria Mangiò
luci Marco Laudando
testo e regia Luca De Bei

15 APRILE | 10 MAGGIO 2020
IL MISTERO DEL CALZINO BUCATO

scritto e diretto da Marco Zadra
con Marco Zadra, Marco Morandi, Marco Spampy

 

Teatro Cometa
Dove: Via del Teatro Marcello, 4 – Roma

Telefono: 06.6784380

The Sun’s Smile

,

ES – Elena Sofia Ricci dà vita all’essenza…

Domenica 25 novembre nella meravigliosa cornice di Villa Letizia, affascinante dimora storica progettata da Armando Brasini nel 1911, proprietà della famiglia Fendi Venturini, Elena Sofia Ricci  presenta ES.

L’attrice realizza un sogno durato 20 anni. Dopo svariate ricerche, ridona vita ad un’ essenza che aveva ricevuto in dono, della quale però non conosceva il mix di aromi. Per lungo tempo prova a ricreare quel profumo che l’aveva accompagnata per anni, ma con pochi risultati, fin quando l’incontro con Caterina, che lavora alla farmacia e Profumeria del Castello di Genova, fa nascere una bellissima amicizia e rinascere la fragranza tanto desiderata da Elena. Nasce così ES.

Villa Letizia in occasione di questo evento si trasforma in un posto ancora più magico, incantato. Viene allestito un percorso sensoriale, tra candele, aromi, e attori in costume che decantano le qualità del profumo. Due piccole attrici poi conducono gli ospiti, dalle streghe. Percorrendo una rampa di scale si è catapultati in un’ambientazione unica. Un laboratorio composto, da ampolle, ingredienti e libri con ricette magiche dove proprio le streghe danno vita a pozioni magiche. Nella sala grande, ad accogliere gli ospiti un trio di danzatrici in abiti dorati che, con movenze delicate interagisce con il pubblico che le osserva incantato.

Il percorso termina con un magico buffet, per tutti gli ospiti presenti, e i ringraziamenti della bellissima attrice, che realizza il suo sogno.

Tanti gli ospiti intervenuti come : Gabriele Mainetti, Cristiano Caccamo, Giuppy Izzo, Amedeo Minghi, Maria Latella, Ilaria Spada, Gianmarco Saurino, Luca e Matilde Bernabei ,Cinzia TH Torrini e Ralph Palka, Angelo Longoni ed Eleonora Ivone, Marco Pontecorvo, Lidia Vitale, Blu Yoshimi, Diana del Bufalo, Iaia Forte , Walter e Paola Mainetti, Monica Nappo, Maite Bulgari, Laura Adriani, Mariella Nava, Janet de Nardis e Mario La Torre e tanti altri …

 

Raffaela Anastasio

The Sun’s Smile

 

, ,

TEATRO BRANCACCIO – STAGIONE 2018-19

Inizia la nuova stagione del Teatro Brancaccio 2018-2019

Ecco di seguito il cartellone di tutti gli spettacoli.

5- 21 ottobre 2018
IL CIRCO DEGLI ORRORI
ideato da Doctor John Haze

21 ottobre 2018
L’Altra scena
EDOARDO FERRARIO
DIAMOCI UN TONO
di Edoardo Ferrario

24 ottobre – 11 novembre 2018
Alessandro Longobardi per Officine del Teatro Italiano
SHAKESPEARE IN LOVE
dalla sceneggiatura di Marc Norman & Tom Stoppard
adattamento teatrale Lee Hall
musiche Paddy Cunneen
traduzione Edoardo Erba
con LUCIA LAVIA | MARCO DE GAUDIO
regia GIAMPIERO SOLARI
regia associata BRUNO FORNASARI
originariamente prodotto per il West End dalla Disney Theatrical Productions e Sonia Friedman Productions
regia Declan Donnellan, scene Nick Ormerod

6 novembre 2018
Non c’è problema produzione
PAOLO RUFFINI
e gli attori della compagnia MAYOR VON FRINZIUS
UP & DOWN
al pianoforte Claudia Campolongo
consulenza Artistica Claudia Mazzeranghi
regia LAMBERTO GIANNINI

7 novembre 2018
Dipende SRL
IVA ZANICCHI
UNA VITA DA ZINGARA
scritto da Iva Zanicchi e Mario Audino
arrangiamenti e direzione orchestra M. Stefano Zavattoni
regia di GIAMPIERO SOLARI e PAOLA GALASSI

22 novembre 2018 – 6 Gennaio 2019
Alessandro Longobardi per Officine del Teatro Italiano
in collaborazione con Viola Produzioni
GIANLUCA GUIDI
EMY BERGAMO
“LA VOCE DI LASSU” è di ENZO GARINEI
AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA
commedia musicale di Garinei e Giovannini
scritta con Jaja Fiastri
liberamente ispirata a “After me the deluge” di David Forrest
musiche di Armando Trovajoli
direzione musicale Maurizio Abeni
coreografie di Gino Landi
regia originale di Pietro Garinei e Sandro Giovannini
ripresa teatrale di GIANLUCA GUIDI

15 gennaio – 20 gennaio 2019
The Imperial Ice Stars
CENERENTOLA ON ICE

23 gennaio – 10 febbraio 2019
Alessandro Longobardi per Officine del Teatro Italiano
LA PICCOLA BOTTEGA DEGLI ORRORI
musiche Alan Menken
testi e libretto Howard Ashman
regia DAVIDE NEBBIA

11 febbraio 2019
L’Altra scena
GIORGIO MONTANINI
MONTANINI LIVE 2019
di Giorgio Montanini

12 – 17 febbraio 2019
Enrico Porreca presenta
ANGELO PINTUS
DESTINATI ALL’ESTINZIONE
di Angelo Pintus

18 – 20 febbraio 2019
Marangoni Spettacolo presenta
BEPPE GRILLO
INSOMNIA
di Beppe Grillo

7 – 31 marzo 2019
All Entertainment presenta
PRISCILLA LA REGINA DEL DESERTO
di Stephan Elliott e Allan Scott
direzione musicale Fabio Serri
regia di Simon Phillips
regia italiana di MATTEO GASTALDO

 

Teatro Brancaccio

UFFICIO STAMPA SILVIA SIGNORELLI
silvia.signorelli@comunicazioneeservizi.com – ufficiostampasignorelli@gmail.com

 

Raffaela Anastasio

The Sun’s Smile

,

Audizioni – Teatro Petrolini

Cercasi attori per commedia brillante il giorno 

2 maggio 10 – 14 – Teatro Petrolini via Rubattino 5 00153 Roma (zona
Testaccio) dare conferma email teatropetrolini@tiscali.it

compagnia amatoriale cerca attori per commedia brillante di George
Feydeau presso il Teatro Petrolini. 

1 ruolo ) Yvonne 28 anni attraente carattere forte prepotente
dittatoriale ironica.

1 ruolo) Lucien 29 anni bel giovane con velleita’ artistiche.

3 ruolo) Yoseph giovane valletto molto elegante tipico servitore in
famiglie nobili

si prega di dare conferma via email : teatropetrolini@tiscali.it

TEATRO PETROLINI
VIA RUBATTINO 5
00153 ROMA
Tel. 065757488
teatropetrolini@tiscali.it
www.teatropetrolini.com

fonte ials.org

 

 

The Sun’s Smile

Raffaela Anastasio

,

Visto per Voi – Incognito

Al Teatro della Cometa ” Incognito” di Nick Payne dal 4 al 22 Aprile.

 A Napoli si dice che il cervello ” è una sfoglia di cipolla”, che nasconde innumerevoli strati. Un organo molto complesso.

Complesso proprio come lo spettacolo in scena al Teatro della Cometa.

Scritto da Nick Payne e curato e tradotto dal regista Andrea Trovato, con il sostegno dell’attore Giulio Forges Davanzati della Compagnia Carmentalia.

In scena 4 attori, coinvolti in più ruoli, con al centro della storia proprio il cervello, oggetto di studio di Thomas Stoltz Harvey, che nel 1955 eseguì l’autopsia su Albert Einstein, morto a 76 anni per le conseguenze di un aneurisma dell’aorta addominale.

All’insaputa di familiari ed eredi, il patologo statunitense rubò il cervello del geniale fisico, premio Nobel nel 1921, sezionandolo in duecentoquaranta parti con l’ingenua speranza di scoprire la mente umana.

Henry Molaison è invece protagonista dell’altro caso, egli, essendo affetto da gravi disturbi mnestici, è stato oggetto di studio nel 1953 per curare le sue crisi epilettiche. Dopo la rimozione di una parte del cervello subì la perdita cronica della memoria a lungo termine; fu “condannato” dunque a vivere un eterno presente, rimanendo cosciente soltanto del suo amore straordinario per la moglie, che lo accompagnò fino alla sua morte avvenuta nel 2008. “Conosciuto in ambiti scientifici come il paziente HM, è stato l’essere umano più studiato dalla neuroscienza”.

La terza storia, invece, ambientata ai giorni nostri, è di pura fantasia e riguarda Martha, una neuropsicologa con una tormentata storia affettiva, che analizza le amnesie dei suoi pazienti. 

 

Il sipario si alza su di una scenografia scarna, buia, composta di 4 sedie e qualche pedana. Inizia il racconto.

I 4 attori iniziano a raccontare la prima storia in cui si vuol studiare il cervello di Einstein….filo conduttore dello spettacolo, che vedrà in scena circa 21 personaggi, in storie apparentemente scollegate, che andranno ad intersecarsi piano piano, avanti e indietro nel tempo, in uno spazio circoscritto.

Di tanto intanto sullo sfondo scuro viene proiettato un fascio di luce che ricorda proprio il cervello ed illumina la scena…

Lo spettacolo si evolve in un atto unico, e lo spettatore deve mantenere alta la concentrazione per trovare il filo della matassa che conduce all’epilogo.

Uno spettacolo in cui i sentimenti e la ragione sono rappresentati in maniera differente.

Nel finale si concentra tutto il pathos ed è la conclusione piu’ corretta per chi recepisce l’amore come cio’ che piu’ di tutto e tutti unisce gli uomini. 

Una buona prova per gli attori che passano abilmente da un carattere all’altro, con ritmi serrati. A prova della fatica, le lacrime di una delle attrice alla fine dello spettacolo, emozionanti e liberatorie.

“Incongnito”

al Teatro della Cometa dal 4 al 22 Aprile

Raffaela Anastasio

The Sun’s Smile