Articoli

,

TEATRO DELLA COMETA – STAGIONE 2018- 2019

Undici titoli in abbonamento più due fuori abbonamento, per un totale di tredici spettacoli, compongono il ricco cartellone 2018/19 della stagione del Teatro della Cometa.

“Gli spettacoli sono stati scelti – spiega il Direttore Artistico Giorgio Barattolo – con l’intento di incontrare i più diversi gusti. Un teatro vivo deve essere capace di osservare e interpretare il presente. È per questo che la stagione 2018- 2019 si diverte a mescolare le carte per soddisfare gusti e sensibilità diverse. Un programma variegato che si caratterizza per la qualità e la raffinatezza delle proposte.

La stagione si apre il 9 ottobre con ALLEGRA ERA LA VEDOVA? One-man show per una miliardaria, un capriccio scenico interpretato da un versatilissimo attore e cantante della scena italiana, Gennaro Cannavacciuolo. Dal 6 novembre arriva, attesissimo, Maurizio Micheli con UOMO SOLO IN FILA – I pensieri di Pasquale.
Il 20 novembre debutta MASTER CLASS con Mascia Musy.
Dal 4 dicembre, il primo fuori abbonamento di stagione: Guido Marini e Isabella R. Zanivan ovvero i Disguido in CINE MAGIQUE SHOW. Attesissimo il ritorno alla Cometa di Michela Andreozzi che dall’ 11 dicembre sarà l’interprete di L’AMORE AL TEMPO DELLE MELE (GOLDEN), regia di Paola Tiziana Cruciani, direzione artistica Massimiliano Vado. Dall’ 8 gennaio, Francesco Acquaroli, volto noto della serie Suburra, sarà il protagonista di ER NASO DE GOGOLLE, testo e regia di Pierpaolo Palladino da Nicolaj Gogol.
Dal 22 gennaio, Melania Giglio sarà la sublime protagonista di ÉDITH PIAF
L’usignolo non canta più, in scena con Martino Duane, per la regia di Daniele Salvo. LETIZIA VA ALLA GUERRA (La suora, la sposa e la puttana) con una travoglente Agnese Fallongo sarà in scena dal 5 febbraio.
Grande ritorno al Teatro della Cometa: Pino Strabioli dal 19 febbraio porta in scena CAVOLI A MERENDA Omaggio a Sergio Tofano. Dopo il successo della passata stagione tornano dal 5 marzo Ladyvette con lo spettacolo IN TRE, regia di Massimiliano Vado & Ladyvette, direzione artistica di Lillo Petrolo. Il 26 marzo debutterà RISONANZE MAGNETICHE scritto e diretto da Alessandra Panelli, protagonisti Emanuele Salce, Barbara Porta, Costanza Castracane. Dal 16 Aprile, Nadia Baldi firma la regia di FERDINANDO, il testo forse più famoso di Annibale Ruccello, protagonisti Gea Martire, Chiara Baffi, Fulvio Cauteruccio, Francesco Roccasecca.
La stagione si chiude con Marco Zadra in L’ULTIMO RECITAL dal 2 maggio.

Nella stagione 2018 | 2019 inauguriamo anche il Nuovo Salotto Cometa: il foyer assume fortemente i connotati di uno spazio culturale in cui potersi confrontare e chiacchierare, concedendosi un raffinato aperitivo o un brunch. Inoltre, da ottobre a maggio, un venerdì al mese organizzeremo nel foyer del teatro, l’ Aperitivo Culturale del nuovo Salotto Cometa: tra food, cultura e performance, si racconteranno progetti, idee, storie, libri, per favorire conversazioni, connessioni. Il primo appuntamento il 29 ottobre vedrà protagonista il conduttore radiofonico e televisivo Savino Zaba che racconterà il suo ultimo libro Parole Parole… alla radio. Il linguaggio radiofonico dalle origini a oggi. Il 9 novembre appuntamento con “Il bio non è una bufala” di Stefano Genovese e il 14 dicembre “Buffonate senza corte” due volumi che raccolgono tutta la produzione teatrale di Roberta Calandra. La presentazione sarà a cura di Nadia Perciabosco e Massimiliano Vado.

 

Ufficio Stampa Teatro della Cometa
Agenzia Maya Amenduni – @Comunicazione
Maya Amenduni
+39 392 8157943
mayaamenduni@gmail.com

The Sun’s smile

Raffaela Anastasio

,

Teatro Palladium – Stagione 2017 – 2018

Un teatro dai diversi colori, come quelli del suo design, e dalle poliedriche proposte culturali: prende avvio il prossimo 3 ottobre la stagione 2017/2018 del Teatro Palladium, con un nome celeberrimo dello spettacolo di tradizione orale, Mimmo Cuticchio, che in A singolar tenzone! Duelli tra musiche e parole sul paladino Orlando percorrerà, insieme al figlio Giacomo, un viaggio sulle gesta del valoroso paladino, in un tempo senza tempo, a tratti semplice e armonioso, a tratti spericolato e acrobatico.
Il gioiello degli anni Venti, di proprietà dell’Università degli Studi Roma Tre e gestito dalla neonata Fondazione Roma Tre Teatro Palladium, istituita dallo stesso ateneo romano, ospiterà anche quest’anno un cartellone multiforme e ricco di eventi, che riflette la volontà di fare di questo spazio non solo una sede di spettacoli di qualità nel campo del teatro, della musica, del cinema e della danza, ma anche un laboratorio di ricerca e un luogo di dibattito artistico e letterario, in cui tradizione e sperimentazione convivano al servizio della formazione culturale. Il programma, risultato del lavoro dei docenti di Roma Tre che fanno parte del Consiglio di amministrazione della Fondazione, presieduto da Giuseppe Leonelli, si articola in sei sezioni: Teatro d’autore, Voci dal mondo, Musica universitaria, Cinem@, Contemporanea, Laboratori in scena. 

La sezione Teatro d’autore, affidata alle cure di Francesca Cantù, offre una selezione equilibrata di autori, registi e interpreti che si muovono, secondo i rispettivi canoni, tra mito, commedia e dramma contemporaneo. Le serve di Jean Genet, inquietante discesa nelle oscure ambizioni dell’immaginario femminile, è interpretato da un trio di donne di forte personalità, Anna Bonaiuto, Manuela Mandracchia e Vanessa Gravina e debutta il 19 ottobre. Segue immediatamente (dal 24 al 28 ottobre) il teatro di Chris Torpe, autore di punta del Royal Court Theatre di Londra, con due spettacoli – There has possibly been an incident e Confirmation – curati da Jacopo Gassman, in uno speciale progetto in collaborazione col Teatro di Roma. Una finissima e irresistibile rilettura della forma classica del vaudeville è all’ordine del giorno di Svenimenti, elaborazione drammaturgica di Elena Bucci e Marco Sgrosso dagli atti unici di Anton Cechov, che vede in scena Le Belle Bandiere il 4 e 5 novembre. Il successivo appuntamento è con Sarah Kane, la cui 4.48 Psychosis ha stimolato la creazione drammatica di Sinfonia per voce sola di Enrico Frattaroli, con Mariateresa Pascale, in prima nazionale nei giorni 19-21 gennaio. Segue Golden He, diretto da Federico Vigorito, che apre con Carlotta Piraino e Fabrizio Bordignon il mese di febbraio (1 e 2) narrando la storia assurda e dolente di due atleti alle Olimpiadi del 1936 nella Germania del Terzo Reich. Fedra e Ippolito è il nuovissimo spettacolo che Walter Pagliaro presenta dal 1° al 4 marzo, protagonista Micaela Esdra: un tormentato studio drammaturgico sull’essere umano che fuoriesce dal labirinto della follia per precipitare nella seduzione della violenza incarnando dispotismi anti-natura. Pirandello arriva a marzo con Vestire gli ignudi, nell’adattamento e regia di Gaetano Aronica (dal 15 al 18): una storia di sesso, potere e visibilità mediatica, che sembra scritta oggi.
Vicini temporalmente sono i due innovativi progetti: Caldo (Varmt) di Jon Fosse (23 e 24 marzo), in prima rappresentazione italiana, testo di punta nel progetto di Alessandro Machìa, dedicato al teatro del silenzio e dell’attesa del maggior drammaturgo norvegese vivente; segue En attendant Beckett della consolidata coppia Glauco Mauri-Roberto Sturno, in programma il 28 e 29 con due capolavori di Samuel Beckett quali L’Ultimo nastro di Krapp e Atto senza parole coniugati con elementi tratti dai suoi folgoranti pensieri in un itinerario di incompiute speranze e dolente umanità. Maggio propone Persone naturali o strafottenti di Patroni Griffi nell’interpretazione principale di Marisa Laurito, dramma crudo e di disperata intensità, che mette a tema l’esperienza dell’identità sessuale vissuta nel contrasto con repressione sociale dei perturbatori dell’ordine costituito. 
Conclude la stagione la penetrante leggerezza e l’infinita suggestione della drammaturgia e regia di Lorenzo Loris, che trovano espressione nello spettacolo Le cosmicomiche – La boutique del mistero. Calvino incontra Buzzati, inedito incontro con la letteratura del fantastico, che si snoda su due itinerari diversi: verso luoghi d’iniziazione e scoperta quello di Buzzati, lungo trame leggere intrecciate sul vuoto quello di Calvino (29-31 maggio).

Da evidenziare anche un prestigioso appuntamento con la scena internazionale, il XVI Premio Europa per il Teatro e il XIV Premio Europa Realtà Teatrali, altro evento in collaborazione col Teatro di Roma, che torna in Italia dopo più di un decennio e che porterà sul palcoscenico le migliori realizzazioni del teatro europeo della stagione appena trascorsa, in programma dal 12 al 16 dicembre.

Nella sezione Voci dal mondo, la letteratura sarà protagonista di una serie di incontri coordinati dal professor Giuseppe Leonelli sui Ritratti di scrittori e di poeti: letture ed interpretazioni dei testi più significativi del panorama autoriale italiano e internazionale consentiranno di percorrere un itinerario attraverso i secoli su figure significative della storia letteraria e poetica. Apre la serie, il 12 ottobre, un particolare studio su Primo Levi “salvato e sommerso”. Lo stesso mese arriva, dal 15 al 17, Destini incrociati, un progetto a cura del Coordinamento Nazionale Teatro in Carcere e Valentina Venturini, in collaborazione con Università, Enti Penitenziari e Ministeri (Beni Culturali e Giustizia).

Distribuiti tra diverse sezioni del programma, sono i numerosi eventi musicali del Palladium, curati da Luca Aversano: di rilievo la collaborazione con il Teatro dell’Opera di Roma che ospiterà le cantanti protagoniste della stagione dello storico Teatro Costanzi con una rassegna, intitolata alle “Prime Donne”: si alterneranno sul palco, in serate specifiche a loro dedicate, Veronica Simeoni (18 dicembre), Roberta Mantegna (29 gennaio), Maria Grazia Schiavo (19 febbraio), Martina Belli (19 marzo) e Carmela Remigio (16 aprile). Ancora il Teatro dell’Opera, presente al Palladium il giorno della Memoria, 27 gennaio, con un’opera per bambini in due atti: Brundibár, su libretto di Adolf Hoffmeister e musica di Hans Kràsa.
Il palcoscenico della Garbatella ospiterà anche il teatro musicale contemporaneo, con due prime assolute: Novatrix, azione scenica su 14 frammenti delle Metamorfosi ovidiane scritta da Daniele Lombardi e diretta da Marcello Panni su scene di Mimmo Palladino (9 marzo) e Non è un paese per Veggy, opera-panettone in un atto composta da Domenico Turi su libretto di Federico Capitoni  (2-3 dicembre), in collaborazione con Nuova Consonanza, così come i Combattimenti di Claudio Monteverdi e Claudio Ambrosini su testi di Torquato Tasso (in scena l’11 novembre).
Cospicua sarà la stagione concertistica della Roma Tre Orchestra, presente in cartellone con ben nove date – tra queste si segnala il progetto Il paese degli uomini integri di Sandro Cappelletto (17 aprile). Confermata inoltre la partecipazione di festival quali Nuova Consonanza, giunto alla sua 54esima edizione e Flautissimo, al suo diciannovesimo anno, in programma in due serate il 25 e 26 novembre. Da ricordare anche la rassegna Prime esecuzioni, in ricordo di Bruna Liguori Valenti (24 novembre), la performance didattica Quanti sono gli strumenti sul palco? di Selene Framarin (3 febbraio) e la serata dedicata al Coro di Roma Tre, accompagnato dall’orchestra sinfonica diretta da Isabella Ambrosini (19 maggio). Anche l’impegno delle donne nella musica sarà protagonista, con una serata dedicata alle compositrici di ieri e di oggi (26 aprile), a cura di Orietta Caianiello e Milena Gammaitoni. 
Infine il jazz, presente con la rassegna concepita da Mario Corvini per la New Talents Jazz Orchestra che ha già riscosso forti consensi lo scorso anno e che quest’anno dedicherà, in cinque appuntamenti, speciali omaggi al musical, a Henry Mancini, ai cartoons e ai compositori di Hollywood. Formazione più ristretta ma di eguale livello artistico sarà invece quella guidata da Daniele Pozzovio insieme ad Ares Tavolazzi e Alessandro D’Andrea con il progetto Resurrection (21 aprile). 

Di particolare interesse, nella sezione Contemporanea, sarà lo spettacolo Milite ignoto – quindicidiciotto di Mario Perrotta, in programma il 9 e 10 aprile. Alla stessa sezione fa capo la rassegna Aprile in danza, a cura di Luca Aversano, giunta ormai alla sua terza edizione. Quest’anno saranno presentati i lavori di Paola Campagna (Non val acqua al mio gran foco, 6 aprile, con musica dal vivo eseguita dal ContrArco Consort diretto da Gianfranco Russo), Meret Schlegel e Kilian Haselbeck (Komplizen Reloaded, 13 aprile), Adriana Borriello (Col corpo capisco #2, 22 aprile) e il gruppo di lavoro Jim May, Sandra Fuciarelli, Giovanna Summo, con uno speciale approfondimento sulla “necessità dell’arte” di Anna Sokolow (24 aprile).  Continua a leggere

,

Teatro degli Audaci – Stagione 2017/2018

Cartellone 2017/2018

Fuori Abbonamento
EVENTO MUSICALE
 
Sabato 30 settembre

“TEATRO CANZONE”
 
EMILIANO OTTAVIANI IN CONCERTO
Con Emiliano Ottaviani (voce, chitarra e kazoo), Simone Salerni (fagotto), Paolo Monaldi (percussioni)
Con la partecipazione di Maria Cristina Gionta
 
Dal 05 al 08 ottobre

“XANAX” di Angelo Longoni
Regia  Marco Cavallaro
Con Mario Antinolfi, Adriana Tuzzeo

Dal 12 al 22 ottobre

“SBUSSOLATI” Scritto e diretto da Roberto D’Alessandro
Con Mario Zamma

Dal 26 ottobre al 05 novembre

“ASPETTANDO GODOT” di Samuel Beckett
Regia Flavio De Paola,
Con Flavio De Paola, Gianluca Delle Fontane, Giuseppe Abramo, Emiliano Ottaviani

Dal 09 al 12 novembre

“IL CLUB DELLE VEDOVE” di Ivan Menchell
Regia Silvio Giordani
con Caterina Costantini, Lorenza Guerrieri, Marina Occhiena

Dal 16 novembre al 03 dicembre

“SEPARATI IN SCENA” di Fabrizio Nardi e Nico di Renzo
 interpretato da PABLO E PEDRO

Dal 07 al 10 dicembre

“ANTONIO DE CURTIS…IN ARTE TOTO””
di Di Enzo Decaro e L. De Curtis
Con Enzo De Caro
________________________________________________________________________________________________________________
 
Dal 14 al 17 dicembre

“AUTENTICHE BUGIE” di Paolo Pioppini
Con Antonio Romano, Paolo Pioppini, Carlotta Ballarini, Monica Lugini
 
 
Dal 28 dicembre al 21 gennaio 2017
SPECIAL EVENT CAPODANNO 2017

“TITOLO DA DEFINIRE” 
Regia Flavio De Paola
SPECIAL EVENT CAPODANNO 2017
con Flavio De Paola, Maria Cristina Gionta, Emiliano Ottaviani, Giuseppe Abramo, Alessia Di Fusco, Stefano Centore, Annamaria Fittipaldi, Marina Pedinotti

Dal 25 al 28 gennaio 2018

“UNA MOGLIE DA RUBARE” di Iaia Fiastri
regia di Diego Ruiz
con Patrizia Pellegrino e Stefano Masciarelli

Dal 01 al 25 febbraio 2018

“SONO UNA DONNA LACERO CONFUSA”  di Grazia Scuccimarra
Diretto ed interpretato da Grazia Scuccimarra

Dal 01 al 18 marzo 2018

“UNPERCENTO…PUNIZIONE AD AFFETTO”  di Francesco Stella 
Regia Valerio Groppa
Con Enzo Casertano, Fabio Avaro

 
Dal 22 al 31 marzo 2018

“NOVECENTO” di Alessandro Baricco
Regia Pablo Maximo Taddei
Interpretato da Flavio De Paola

Dal 05 al 15 aprile 2018

“CUORI SENZ’ACQUA” di Luigi Russo
Regia Luigi Russo
Con Fabio Fulco, Donatella Pompadur, Cosetta Turco 

Dal 19 al 29 aprile 2018

“LA TANA” di Alberto Bassetti
Regia Enrico Maria Lamanna
Con Benedicta Boccoli, 

Dal 03 al 27 maggio 2018

“RUMORS” di Niel Simon
Regia di Flavio De Paola
con Flavio De Paola, Maria Cristina Gionta, Emiliano Ottaviani, Giuseppe Abramo, Antonio Coppola, Alessia Di Fusco, Stefano Centore, Annamaria Fittipaldi, Marina Pedinotti
 
Teatro per Bambini
 
Programmazione
 

Anche la stagione 2017 – 2018 del Teatro degli Audaci volge ai più piccoli e alle loro famiglie una particolare attenzione offrendo una programmazione speciale.
 
              “Audaci in famiglia”                                                                                         è una stagione dedicata alle magiche avventure del mondo dell’infanzia. 
                
 
Vi aspettiamo a Teatro per tutte le informazioni sulle promozioni e sugli                       abbonamenti  per tutto settembre nei seguenti orari:
                                  dal Lunedì al Sabato 10,00 / 13,30 e 16,00 / 20,00
                                              (Domenica 16,00/20,00 da ottobre) 
 

Abbonarsi conviene SEMPRE

ABBONAMENTI

Abbonamento nominativo
Spettacoli a scelta con posto riservato in prima fila  (su prenotazione e fino ad esaurimento posti disponibili)
5   Spettacoli  a scelta  €  70,00
8   Spettacoli  a scelta  €  104,00

Carnet regalo vip 
Spettacoli a scelta con posto riservato in prima fila (su prenotazione e fino  ad esaurimento posti disponibili). Carnet libero con possibilità di utilizzo anche su singolo spettacolo 
Carnet regalo VIP – 6 biglietti –    €   90,00
Carnet regalo VIP – 10 biglietti –  € 140,00
 

Audaci Card  € 20,00
L’ Audaci card ha validità annuale e comprende:
1 Biglietto omaggio e Cocktail di Benvenuto
Possibilita di Acquistare i Successivi 4 biglietti a prezzo Ridotto
Posti RISERVATI in prima fila (su prenotazione e Fino ad esaurimento)
Inviti in Esclusiva: Anteprime, last minute e Iniziative speciali
Sconti ed agevolazioni in TUTTE le Attività convenzionate

 

 
*****
Laboratorio teatrale adulti

AudaciLab
Giorni e Orari: da definire 
giovedì 12 ottobre lezione gratuita di prova (da prenotare)
dalle 19,30 alle 22,30
 
Le lezioni inizieranno nella settimana successiva in data da definire e termineranno a giugno 2017 con uno spettacolo finale.
Il laboratorio è aperto a chiunque voglia approcciare l’arte della recitazione. 
Nessun limite di età o di attitudine verrà considerato, ma solo il desiderio di esprimersi e sprigionare la propria grinta e creatività.
I più timidi si scopriranno intraprendenti, i più insicuri temerari, i più cinici sensibili, i più tristi comici. 
Il corso è volto a “tirare fuori” la parte dionisiaca nascosta in ognuno di noi e a fornire tutti gli strumenti necessari alla recitazione.
Esercizi, giochi, apprendimento e divertimento sono garantiti. A questo punto non rimane altro che provare!
INVIA UN MAIL DI ADESIONE: organizzazione@teatrodegliaudaci.it

 

Approfondimenti del corso:
Il Laboratorio ha come obiettivo lo studio e la pratica del metodo delle “Azioni Fisiche” che fa riferimento all’ultimo Stanislavskij ed alle esperienze di Jerzy Grotowski ed Eugenio Barba.
Esercizi di rilassamento – Improvvisazione – Recitazione – Movimento e “Azioni fisiche” – La Via al Personaggio – Testo e Sottotesto – Verità Scenica e Finzione – “Ci credo, non ci Credo” – L’Immaginazione – Attenzione e Concentrazione – Tensione e Distensione Muscolare – Memoria Emotiva – lavoro sull’animale (elementi) – costruire una “linea ininterrotta” di azioni ed emozioni – orientare il lavoro dell’attore a far succedere invece che a far vedere – studio di scene e monologhi.
 
 
“AudaciBimbi Lab”
Laboratorio Bambini da 4 a 8 anni
Giorni e Orari: Da definire
 
“AudaciRagazzi Lab”

Laboratorio Ragazzi da 9 a 13 anni
Giorni e Orari: Da definire
 
I laboratori per bambini verranno attivati in base al numero di iscritti                   (min 8-10 a fascia d’età)      
 

 

 
Vi aspettiamo a teatro!! 🙂
 
Teatro degli Audaci
via Giuseppe D e Santis, 29 
00139 Roma
www.teatrodegliaudaci.it
organizzazione@teatrodegliaudaci.it

 
Botteghino  06 94376057 
lunedi-sabato 10- 13,30 / 16-20
( domenica 16-20 da ottobre)

Teatro degli Audaci · Via Giuseppe de Santis, 29 · Rome, Rm 00139 · Italy

The Sun’s Smile

Raffaela Anastasio

 

 

 

 

,

Teatro Argentina – cartellone 2017 – 2018

Teatro Argentina, nuova stagione – cartellone 2017 – 2018

11 ● 16 settembre 2017
RITRATTO DI UNA NAZIONE
un progetto di Antonio Calbi e Fabrizio Arcuri
regia Fabrizio Arcuri

 

20 settembre ● 8 ottobre 2017
ROMAEUROPA FESTIVAL

 

9 ● 12 ottobre 2017
IL CASO DELLA FAMIGLIA COLEMAN
testo e regia Claudio Tolcachir

 

13 ● 22 ottobre 2017
BESTIE DI SCENA
ideazione e regia Emma Dante

 

24 ottobre ● 12 novembre 2017
COPENAGHEN
di Michael Frayn
regia Mauro Avogadro

 

21 novembre ● 10 dicembre 2017
RE LEAR
di William Shakespeare
regia Giorgio Barberio Corsetti

 

12 ● 17 dicembre 2017
RICCARDO II
di William Shakespeare
regia Peter Stein

 

21 dicembre 2017 ● 7 gennaio 2018
RAGAZZI DI VITA
di Pier Paolo Pasolini
regia Massimo Popolizio

 

12 ● 21 gennaio 2018
IL GIORNO DI UN DIO
testo e regia Cesare Lievi

 

23 gennaio ● 4 febbraio 2018
IL NOME DELLA ROSA
di Stefano Massini
da Umberto Eco
regia Leo Muscato

 

6 ● 18 febbraio 2018
SEI PERSONAGGI IN CERCA D’AUTORE
di Luigi Pirandello
regia Luca De Fusco

 

27 febbraio ● 29 marzo 2018
ANTIGONE
di Sofocle
regia Federico Tiezzi

 

3 ● 15 aprile 2018
DELITTO E CASTIGO
di Fëdor Dostoevskij
regia Konstantin Bogomolov

 

17 ● 29 aprile 2018
IL SINDACO DEL RIONE SANITÀ
di Eduardo De Filippo
regia Mario Martone

4 ● 6 maggio 2018
MACBETTU
da William Shakespeare
testo e regia Alessandro Serra

7 maggio 2018
DEDICA AD ALDO MORO
A 40 anni dalla morte

11 ● 13 maggio 2018
DEMOCRACY IN AMERICA
testi Claudia Castellucci e Romeo Castellucci
regia Romeo Castellucci

15 ● 20 maggio 2018
ARLECCHINO SERVITORE DI DUE PADRONI
di Carlo Goldoni
regia Giorgio Strehler

22 ● 27 maggio 2018
LA CLASSE OPERAIA VA IN PARADISO
di Elio Petri
regia Claudio Longhi

 

12 ● 17 giugno 2018
RITRATTO DI UNA CAPITALE
un progetto di Antonio Calbi e Fabrizio Arcuri
regia Fabrizio Arcuri

 

19 ● 24 giugno 2018
IL CAPITALE DI KARL MARX
regia Marco Lucchesi

date da definire
AIDA
un progetto di Europa InCanto

 

http://www.teatrodiroma.net/doc/4993/teatro-argentina-stagione-2017-2018

 

The Sun’s Smile

Raffaela Anastasio

,

Teatro Ghione – Cartellone 2017 – 2018

Teatro Ghione – Cartellone 2017 – 2018

 

A casa di Nathalie

Dal 6 al 22 ottobre 2017
con Giorgio Lupano, Francesca Valtorta, Giampiero Mancini e Rubén Rigillo
scritto e diretto da Alessandro Capone

Recital

dal 24 ottobre al 5 novembre 2017
di Gianfranco Jannuzzo e Renzino Barbera
con Gianfranco Jannuzzo

Gli onesti della banda

dal 7 al 19 novembre 2017
con Ivan Castiglione, Francesco Di Leva, Giuseppe Gaudino, Irene Grasso, Adriano Pantaleo, Luana Pantaleo
Regia: Giuseppe Miale Di Mauro

L’uomo dal fiore in bocca … e altri strani casi

dal 22 novembre al 3 dicembre 2017
di Luigi Pirandello
con Edoardo Siravo, Patrick Rossi Gastaldi, Stefania Masala, Gabriella Casali
adattamento e regia Patrick Rossi Gastaldi

Miseria e nobiltà 2.0

dal 12 dicembre 2017 al 7 gennaio 2018
di Edoardo Scarpetta
con Francesco Procopio e Antonio Grossoi
riscrittura e regia Giuseppe Miale Di Mauro

Il fu Mattia Pascal

dal 09 al 21 gennaio 2018
dal romanzo di Luigi Pirandello
adattamento di Eleonora Di Fortunato e Claudio Boccaccini
con Felice Della Corte e cast in via di definizione
regia Claudio Boccaccini

L’ebreo

dal 30 gennaio all’ 11 febbraio 2018
di Gianni Clementi
con Paola Tiziana Cruciani, Paolo Triestino,Bruno Conti
regia Paolo Triestino

Se questo è un uomo

dal 13 al 25 febbraio 2018

dall’opera di Primo Levi
con cast in via di definizione
regia Daniele Salvo

L’idea di ucciderti

dal 27 febbraio all’ 11 marzo 2018

con Fabio Sartor, Caterina Murino e con Paolo Lorimer con Francesco Maccarinelli, Francesca Annunziata e la partecipazione straordinaria di Paila Pavese
scritto e diretto da Giancarlo Marinell

Dopo il silenzio

dal 13 al 18 marzo 2018
dal libro Liberi Tutti di Pietro Grasso
scritto da Francesco Niccolini e Margherita Rubino
con Elisabetta Pozzi, Sebastiano Lo Monaco, Turi Moricca
regia Alessio Pizzec

Le Notti Bianche

dal 20 al 25 marzo 2018
dal romanzo di Fedor Dostoevskij
con Giorgio Marchesi e un attrice da definire
adattamento  e regia Francesco Giuffrè

 

War Game

dal 5 al 22 aprile 2018
con gli attori della Compagnia OmnesArtes
scritto e diretto da Guido Governale, Veruska Rossi e Riccardo Scarafoni

 

Terroni centocinquant ‘anni di menzogne

dal 24 al 29 aprile 2018
dal libro di Pino Aprile
diretto e interpretato da Roberto D ‘Alessandro

 

Muratori

dal 3 al 20 maggio 2018
di Edoardo Erba
con Paolo Triestino e Nicola Pistoia
regia Massimo Venturi

 

The Sun’s Smile

Raffaela Anastasio

 

,

Teatro Sistina – Cartellone Stagione 2017 – 2018

Teatro Sistina – Cartellone Stagione 2017 – 2018

Da Claudia Cardinale ed Enrico Montesano, Vincenzo Salemme, Arturo
Brachetti ai più grandi Musical del momento, ecco i protagonisti della
prossima stagione

DAL 13 AL 29 OTTOBRE 2017 (in abbonamento)
GREASE di Saverio Marconi con Guglielmo Scilla
Un’edizione speciale per festeggiare insieme al pubblico 20 anni di
successi in Italia di un musical intramontabile: torna in scena
Grease, spettacolo firmato da Saverio Marconi, che dal 1997 accende di
entusiasmo i teatri italiani. Pur conservando tutti gli ingredienti
che hanno reso Grease un fenomeno pop senza tempo, il regista propone
una nuova lettura di alcuni momenti, sempre accompagnati
dall’orchestra che dal vivo suonerà l’amatissima colonna sonora in
stile anni ’50. Protagonista del musical sarà Guglielmo Scilla,
conosciuto sul web anche come Willwoosh – che dal successo della rete
ha collezionato importanti esperienze in TV, radio e cinema – nel
ruolo di Danny Zuko, il bullo dal cuore tenero leader dei T-Birds.

DAL 31 OTTOBRE AL 12 NOVEMBRE 2017 (in abbonamento)
Claudia Cardinale e Ottavia Fusco in LA STRANA COPPIA Di Neil Simon –
Un Progetto Di Pasquale Squitieri
I due grandi amori della vita di Pasquale Squitieri, la storica
compagna Claudia Cardinale e l’ultima moglie Ottavia Fusco, si
incontrano ne “La strana coppia” di Neil Simon. Per il pubblico una
versione tutta al femminile della celebre e spassosa commedia del
drammaturgo americano tradotta in un progetto, voluto da Squitieri,
che coniuga divertimento e amore: messo in scena dal suo aiuto-regia
Antonio Mastellone, lo spettacolo rispecchia pienamente la convinzione
del grande regista scomparso, per il quale l’amore non separa ma
unisce.

DAL 17 NOVEMBRE AL 03 DICEMBRE 2017 (in abbonamento)
Ettore Bassi in THE BODYGUARD IL MUSICAL – di Federico Bellone
La storia d’amore più romantica di sempre, la colonna sonora più
venduta al mondo suonata da un’orchestra dal vivo, una scenografia
imponente, spettacolari effetti speciali e un investimento di
produzione di due milioni di euro: arriva al Sistina The Bodyguard, il
musical basato sull’omonimo film del 1992 della Warner Bros
interpretato Whitney Houston e Kevin Costner. Per la regia di Federico
Bellone, il musical vede nel cast un attore molto amato come Ettore
Bassi, accompagnato da una strepitosa protagonista femminile e un cast
di eccellente qualità artistica.

DAL 06 DICEMBRE 2017 AL 07 GENNAIO 2018 (in abbonamento)
MAMMA MIA! di Massimo Romeo Piparo – con Luca Ward, Sergio Muniz,
Paolo Conticini, Sabrina Marciano
Arriva a Natale al Sistina l’attesissimo “Mamma mia!”, la più celebre
commedia musicale degli anni 2000 che ha fatto scatenare il pubblico
con le mitiche canzoni degli ABBA, in una versione nuova di zecca per
la prima volta realizzata da una grande Produzione tutta italiana.
Adattato e diretto da Massimo Romeo Piparo, prodotto dalla PeepArrow
Entertainment, il musical sarà interpretato da Luca Ward, Paolo
Conticini e Sergio Muniz con Sabrina Marciano. Per il pubblico
divertimento e romanticismo saranno assicurati, in uno spettacolo con
la musica dal vivo della grande orchestra del Maestro Emanuele Friello
e da strabilianti effetti scenici che lascerà addosso il calore
dell’estate e il profumo del mare.

DAL 9 GENNAIO AL 28 GENNAIO 2018
Vincenzo Salemme in una FESTA ESAGERATA
Dopo il successo della scorsa stagione, ritorna Vincenzo Salemme con
“Una festa esagerata…!”, una commedia ironica e divertente, che
coniuga la naturalezza della recitazione a una comicità a volte
farsesca e irriverente. Partendo dal mix di miseria e nobiltà che c’è
in ognuno di noi, Salemme punta tutto sulla sua ben nota capacità di
far riflettere il pubblico utilizzando l’arma del sorriso. Il
risultato è uno spettacolo che sa unire la leggerezza a una sintassi
narrativa teatrale più classica e che, senza fare sconti a nessuno,
accende la luce su contraddizioni, debolezze e pregiudizi dell’animo
umano.

DAL 07 AL 18 FEBBRAIO 2017 (in abbonamento)
Arturo Brachetti in SOLO
Dopo il debutto internazionale a Parigi, il grande trasformista Arturo
Brachetti arriva al Sistina con “Solo – the Master of quick change”,
che segna per l’artista un vero e proprio ritorno alle origini. In un
impeto di colori e magia, Brachetti trasporterà il pubblico in un one
man show imperdibile, per dare libero sfogo all’immaginazione in una
casa senza luogo e senza tempo, fatta di ricordi e fantasie.
Protagonista come sempre il trasformismo, con l’artista che darà vita
a ben 60 personaggi pronti a lasciare il pubblico a bocca aperta. Lo
spettacolo sarà per Brachetti anche un viaggio nella sua storia
artistica, tra ombre cinesi, mimo e chapeaugraphie, fino al raggio
laser e al sand painting.

DAL 21 FEBBRAIO AL 25 MARZO 2018 (in abbonamento)
IL CONTE TACCHIA – di e con Enrico Montesano
Ancora un’amatissima maschera romana per il mattatore Enrico
Montesano, che torna da protagonista al Sistina con “Il conte
Tacchia””, dopo aver interpretato con successo i personaggi di
Rugantino e del Marchese del Grillo. Autore della versione teatrale
(scritta con Gianni Clementi) e della regia, Montesano presenta al suo
pubblico una appassionante commedia tratta dall’omonimo film di Sergio
Corbucci. Al centro della vicenda, che ripercorre tutto il ‘900, la
lunga e tormentata storia d’amore tra Fernanda e Checco, il loro
rincorrersi per trent’anni, con il protagonista maschile che poi
tornerà dalla sua amata nella Roma del 1944 come liberatore insieme
alla Vª armata del generale Clark, nelle vesti del Sergente Frank
Puricelli. La colonna sonora è impreziosita dalle musiche originali
del Maestro Armando Trovajoli, e da nuovi brani appositamente scritti
per la Commedia.

DAL 6 AL 22 APRILE 2018
BILLY ELLIOT IL MUSICAL – di Massimo Romeo Piparo
L’appassionante storia di “Billy Elliot il Musical” torna ad
emozionare gli spettatori del Sistina nell’amatissimo spettacolo
diretto e adattato in italiano da Massimo Romeo Piparo, prodotto dalla
PeepArrow Entertainment. Dopo l’enorme successo di pubblico e critica
delle precedenti stagioni, la commedia musicale si presenta con ancora
maggiore entusiasmo e con un cast rinnovato: il volto del celebre
ballerino che, nell’austera e bigotta Inghilterra della Thatcher non
vuole rinunciare alla danza sarà quello di un giovanissimo e
talentuoso protagonista.

DAL 03 AL 20 MAGGIO 2018 (in abbonamento)
Michele La Ginestra in E’ COSA BUONA E GIUSTA
Dopo il successo di “M’accompagno da me”, Michele La Ginestra torna al
Teatro Sistina con il nuovo esilarante spettacolo “E’ cosa buona e
giusta”, per la regia di Massimo Romeo Piparo. In un divertente
viaggio tra presente e passato, reso ancora più coinvolgente dalla
musica dal vivo e dalle coreografie in scena, l’attore romano si cala
nei panni di Don Michele per compiere di fronte al pubblico una sorta
di riflessione a voce alta. Il protagonista esplora la relazione tra
le generazioni, chiedendosi se tecnologia e globalizzazione abbiano
non solo modificato il nostro modo di vivere, ma anche cambiato i
rapporti di amicizia, l’amore e i sogni nel cassetto.

###

La stagione 2017/2018 del Teatro Sistina corona questo percorso con la
sua forte connotazione di leader nel settore del Teatro musicale con
ben quattro titoli tra i maggiori successi mondiali del momento: MAMMA
MIA! il musical campione di incassi del decennio con le canzoni degli
ABBA e protagonisti Luca Ward, Paolo Conticini, Sergio Muniz, Sabrina
Marciano.
GREASE XX anniversario, uno dei più longevi successi italiani che
torna al Sistina dopo vent’anni dalla sua prima storica edizione,
questa volta con Guglielmo Scilla conosciuto sul web anche come
Willwoosh.

Tratto dal film con una delle più immortali colonne sonore della
storia consegnata al mito, arriva THE BODYGUARD reso celebre dalla sua
indimenticabile interprete Withney Houston, che vedrà come interprete
principale Ettore Bassi.
Dopo circa 10 anni dal suo esordio nel West End, BILLY ELLIOT ancora
incanta e colpisce le platee di tutto il mondo con le splendide
musiche di Elton John e una incantevole storia di speranza che torna
attesissima al Sistina con nuovi giovani protagonisti cresciuti
all’Accademia del Teatro Sistina.

Questi quattro titoli fanno del Sistina senza dubbio la Broadway
romana e confermano il primato del Sistina sul territorio nel genere
più amato dagli italiani.

Come è tradizione del Nuovo Sistina di Piparo, accanto ai titoli
internazionali non mancherà la “novità” italiana, proseguendo così il
percorso già aperto con il Marchese del Grillo e continuato poi con
Febbre da Cavallo di adattare al palcoscenico in forma di commedia
musicale i grandi film della Commedia italiana: ENRICO MONTESANO
porterà al Sistina in Prima assoluta ancora una maschera romana, il
celebre personaggio del CONTE TACCHIA già creato per il cinema.

Per la consueta contaminazione con il genere Prosa, un’altra
grandissima interprete del nostro cinema, reduce dalla sua personale
affermazione sulla croisette di Cannes, sarà protagonista della
prossima stagione: CLAUDIA CARDINALE porterà la versione al femminile
de “La Strana Coppia” di Neil Simon, in un progetto voluto dal
compianto Pasquale Squitieri.

Graditissima la riconferma di VINCENZO SALEMME con la sua “Festa
esagerata” che ha già sbancato la scorsa stagione lasciando ancora al
pubblico tanta voglia di partecipare.

Dopo i successi europei, approderà al Sistina il poliedrico
trasformista ARTURO BRACHETTI con “Solo”, uno spettacolo tutto nuovo
in scena per la prima volta a Roma.

La chiusura di stagione sarà affidata a una nuova produzione targata
Nuovo Sistina con MICHELE LA GINESTRA recentemente consacrato dal
pubblico romano con il suo “one-man-show” visto da oltre 10.000
spettatori in appena una settimana. In arrivo “E’ cosa buona e
giusta”, uno spettacolo con orchestra dal vivo e un grande corpo di
ballo che rappresenta in pieno il Varietà di Teatro Musicale nello
stile e nella tradizione tanto amati dal pubblico italiano.

 

The Sun’s Smile

Raffaela Anastasio

 

,

Teatro Brancaccio – Cartellone Stagione 2017 – 2018

Teatro Brancaccio – Cartellone Stagione 2017 – 2018

12 ottobre – 26 novembre 2017
Alessandro Longobardi per Viola Produzioni e Teatro Brancaccio

GIANLUCA GUIDI
ENZO GARINEI
AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA

commedia musicale di Garinei e Giovannini

scritta con Jaja Fiastri
liberamente ispirata a “After me the deluge” di David Forrest

musiche di Armando Trovajoli

direzione musicale Maurizio Abeni
coreografie di Gino Landi
regia originale di Pietro Garinei e Sandro Giovannini
ripresa teatrale di Gianluca Guidi

23 ottobre 2017
ITC2000

VICENTE AMIGO

MEMORIA DE LOS SETIDOS

28 novembre – 3 dicembre 2017
ITC2000

Virginia Raffaele

PERFORMANCE

di Virginia Raffaele, Giampiero Solari, Piero Guerrera e Giovanni Todescan

regia di Giampiero Solari

12 – 17 dicembre 2017
All Entertaiment e Mas Produzioni
DREAMSWORKS
MADAGASCAR
A MUSICAL ADVENTURE

testi Kevin Del Aguila
musiche e liriche originali George Noriega & Joel Somellian
direzione musicale Fabio Serri
scenografie e costumi Matteo Piedi
regia di Matteo Gastaldo

20 dicembre 2017 – 7 gennaio 2018
Alessandro Longobardi per Viola Produzioni e Teatro Brancaccio

LORELLA CUCCARINI

LA REGINA DI CHIACCIO il Musical

ispirato alla Turandot di Giacomo Puccini

musica DAVIDE MAGNABOSCO, PAOLO BARILLARI, ALEX PROCACCI

testi MAURIZIO COLOMBI, GIULIO NANNINI

scene ALESSANDRO CHITI, costumi FRANCESCA GROSSI

direzione musicale e arrangiamenti DAVIDE MAGNABOSCO

coreografie RITA PIVANO

scritto e diretto da Maurizio Colombi

11 – 13 gennaio 2018
Cose Production

SAL DA VINCI

ITALIANO DI NAPOLI

scritto da Alessandro Siani e Sal Da Vinci

con Lorena Cacciatore, Lello Radice, Davide Marotta

scene di Roberto Crea
coreografie di Marcello e Mommo Sacchetta
regia di Alessandro Siani

14 gennaio 2018

L’Altra scena
GIORGIO MONTANINI

GIORGIO MONTANINI LIVE
di Giorgio Montanini

19 – 21 gennaio 2018

LA DIVINA COMMEDIA MUSICAL
di Marco Frisina

coreografie di Massimiliano Volpini
scene di Lara Carissimi
disegno luci Valerio Tiberi
regia di Andrea Ortis

31 gennaio – 4 febbraio 2018

Teatro dell’Archivolto

NERI MARCORÈ

QUELLO CHE NON HO

Canzoni di Fabrizio De Andrè

con Giua, Pietro Guarracino e Vieri Sturlini (voci e chitarre)

arrangiamenti musicali Paolo Silvestri

collaborazione alla drammaturgia Giulio Costa

scene e costumi Guido Fiorato

luci Aldo Mantovani
drammaturgia e regia Giorgio Gallione

Dedicato a Pier Paolo Pasolini

6 – 18 febbraio 2018
Teatro Nuovo di Milano

ELIO

SPAMALOT

i cavalieri della tavola molto, molto, molto rotonda

testo e Liriche di Eric Idle

musiche di John Du Prez

traduzione e adattamento di Rocco Tanica

direzione musicale di Angelo Racz

coreografia di Valeriano Longoni

scene di Giuliano Spinelli

costumi di Roberto Brancato

regia di Claudio Insegno

20 febbraio – 4 marzo 2018
Teatro Nuovo di Milano

GIAMPIERO INGRASSIA
HAIRSPRAY the Broadway musical
Grasso è bello!

Testo di Thomas Meehan e Mark O’Donnell

Musiche di Marc Shaiman

Liriche di Marc Shaiman e Scott Wittman

Cast in via di definizione

orchestra dal vivo di 14 elementi

direzione Musicale di Angelo Racz

Coreografia: Valeriano Longoni

regia di Claudio Insegno

26 marzo 2018

Ridens

GIUSEPPE GIACOBAZZI

IO CI SARO’

di Andrea Sasdelli
collaborazione ai testi di Carlo Negri

5 – 8 aprile 2018
AB Management

CHE DISASTRO DI COMMEDIA

di Henry Lewis, Jonathan Sayer, Henry Shields
traduzione Enrico Luttman

regia di Mark Bell

10 aprile 2018

ADManagement

ANDREA PUCCI

IN…TOLLERANZA ZERO

di Andrea Baccan
collaborazione ai testi Daniele Ceva e Raffaele Skizzo

12 – 15 aprile 2018

Agidi e Enfi Teatro

ANGELA FINOCCHIARO LAURA CURINO

CALENDAR GIRLS

di Tim Firth

basato sul film Miramax

scritto da Juliette Towhide & Tim Firth

regia di Crisina Pezzoli

con Ariella Reggio, Carlina Torta, Matilde Facheris, Corinna Lo Castro

Elsa Bossi, Marco Brinzi, Noemi Parroni e con Titino Carrara

Scene Rinaldo Rinaldi

Costumi Nana’ Cecchi

Musiche Originali Riccardo Tesi con la collaborazione di Daniele Biagini
regia Cristina Pezzoli

19 – 22 aprile 2018

Enfi Teatro

RAOUL BOVA CHIARA FRANCINI

DUE

di Luca Miniero – Astutillo Smeriglia

aiuto Regia Paola Rota
disegno Luci Daniele Ciprì
scenografo Roberto Crea
costumista Eleonora Rella

organizzazione generale Carmela Angelini

regia Luca Miniero

26 aprile – 13 maggio 2018

Tunnel Produzioni e Medina Produzioni

MANUEL FRATTINI

ROBIN HOOD il Musical

di Beppe Dati

con MANUEL FRATTINI

e la partecipazione di FATIMA TROTTA
coreografia Gillian Bruce
regia di Mauro Simone

data da definire

ILCE Italia
ELVIS the Musical

con Joe Otario, Michel Orlando

regista collaboratore MARCO VESICA

scenografie di Alessandro Chiti

coreografie dirette da Rita Pivano

direttore musicale di Davide Magnabosco
regia di Maurizio Colombi

30 ottobre – 20 novembre – 06 dicembre 2017
22 gennaio – 12 febbraio – 5 marzo – aprile 2018

Sabadi presenta

SPORT TRA EPICA ED… ETICA

MARCO MAZZOCCHI

incontra Rino Gattuso – Martin Castrogiovanni – Roberta Vinci – Ivan
Basso – Maurizia Cacciatori – Paolo Di Canio – Simone Moro – Giacomo
Galanda – Valentina Vezzali – Giancarlo Fisichella – Cesare Prandelli
– Deborah Compagnoni – Giovanni Soldini

direzione artistica Gabriele Guidi

eventi realizzati con la media partner di RAI SPORT

###

Teatro Brancaccio

https://www.teatrobrancaccio.it/

 

The Sun’s Smile

Raffaela Anastasio

 

,

Teatro Olimpico – Cartellone Stagione 2017 – 2018

Teatro Olimpico – Cartellone Stagione 2017 – 2018

Apre la stagione 2017/2018 una grande prima nazionale: Giselle con le
coreografie di Dada Masilo (dal 28 settembre), prodotto da Romaeuropa
Festival. La coreografa e danzatrice di Johannesburg propone una nuova
ed energica pièce, proseguendo il proprio percorso artistico che
rielabora in maniera poetica ed attuale le grandi narrazioni ereditate
dal balletto e dalla musica classica. Sulla scena 11 danzatori e la
stessa Dada Masilo. A far danzare il focoso animo di un gruppo di
spiriti femminili sono le musiche appositamente composte da Philip
Miller, che conservano alcuni elementi originali della composizione di
Adolphe Adam ed affiancano agli strumenti classici occidentali (arpa,
cello, violino) le percussioni africane.

Durante tutta la stagione teatrale irrinunciabili sono gli
appuntamenti di danza che spaziano dalla breakdance alla musica
classica, dal flamenco alle armonie romantiche provenienti dall’Est
Europa. Tra gli spettacoli di inizio stagione, Red Bull Flying Bach
(15 ottobre) con la direzione artistica di Vartan Bassil e Christoph
Hagel. Nello spettacolo la breakdance si fonde alla perfezione con la
musica del celebre compositore tedesco Johann Sebastian Bach. La
performance miscela la musica “colta” alla cultura giovanile, nota
dopo nota e passo dopo passo, unendo alle sonorità del pianoforte e
del clavicembalo, i beat elettronici e le immagini evocative in
background.

La prossima stagione è all’insegna di graditissimi ritorni di
compagnie di fama internazionale: prima fra tutti, a partire dal 17
ottobre, la compagnia dei Momix presenta Viva Momix Forever, uno
spettacolo in cui immagini oniriche e fantastiche vengono evocate
grazie all’interazione di corpi umani, costumi, attrezzi e giochi di
luce. La produzione, nuova per Roma, è nata nel 2015 per festeggiare i
35 anni d’esistenza di Momix, trascorsi in giro sui palcoscenici più
importanti di tutto il mondo: con una spettacolare raccolta delle sue
più suggestive e significative coreografie, Moses Pendleton,
carismatico creatore e direttore artistico della compagnia, festeggia
insieme al suo pubblico questo importante traguardo.

Dopo il successo travolgente di Carmen, l’Orchestra di Piazza Vittorio
si cimenta con un altro capolavoro del repertorio operistico, Don
Giovanni di Mozart, prodotto dall’Accademia Filarmonica Romana e dal
Festival francese Les Nuits de Fourvière. In un club-jazz un po’ fuori
dal tempo, Petra Magoni/Don Giovanni muove le fila dei vari
personaggi, ciascuno ripensato e trasformato con la consueta fantasia
da Mario Tronco e Leandro Piccioni, che non finiscono mai di
sorprendere con le loro trovate musicali e teatrali. (dal 9 novembre)

Ritorna la spy-comedy più esilarante e elettrizzante del teatro
italiano targata Lillo & Greg con lo spettacolo L’uomo che non capiva
troppo. La Saga (dal 28 novembre) scritto da Claudio “Greg” Gregori,
riproposto a sette anni di distanza dalla prima parte. La pungente
genialità di Greg e l’empatico carisma di Lillo trasportano il
pubblico in un mondo di assurde spie, cattivi spietati e preziosi
tesori da ritrovare per dominare il mondo, in un’atmosfera spy, tra
007 e Matrix.

Il periodo delle feste natalizie vede il grandioso ritorno del
mattatore romano Maurizio Battista (dal 26 dicembre). Dopo lo
stupefacente successo della passata stagione, segnato da continui sold
out, Maurizio propone il nuovo e divertente spettacolo Cavalli di
razza e vari puledri. Una cavalcata lunga 24 anni e 6 mesi. Un viaggio
tra le migliori performance di Battista dagli inizi della sua carriera
ad oggi, una serie di nuovi momenti comici raccolti appositamente per
questo spettacolo. I Puledri sono tutte le novità di questo nuovo show
che è sempre più attuale, rispecchiando le problematiche e le
incoerenze della nostra società. La grinta e la simpatia di Maurizio
Battista sono accompagnate dalle canzoni eseguite da Alessandra
Moretti.

Come consuetudine a fine gennaio le luci sono rivolte sull’atteso gran
galà dell’illusione Supermagic 2018 Miraggi (dal 25 gennaio). Il
Festival Internazionale della Magia, giunto alla sua quindicesima
edizione, continua a sorprendere il suo pubblico, proponendo solo i
migliori artisti del momento e gli effetti di illusionismo più
innovativi. Un eccezionale successo che vanta più di 75 maghi di fama
mondiale, applauditi da oltre 170 mila spettatori durante le
precedenti edizioni.

Ancora protagonisti il divertimento e la comicità con due imperdibili
one-man show. Riccardo Rossi con W le donne! Tutte le donne della
nostra vita (dal 6 febbraio) ci racconta tutti i dettagli di un
viaggio nel mondo femminile con la piena consapevolezza della
schiacciante superiorità delle donne. Anche perché come diceva Groucho
Marx: “Gli uomini sono donne che non ce l’hanno fatta…”.

A seguire, graditissimo il ritorno di Max Giusti (dal 20 febbraio),
con un nuovo e sorprendente spettacolo: un continuo botta e risposta
tra le argute parodie e i brillanti personaggi ispirati dalla fervida
fantasia di SuperMax.

Nella seconda metà di marzo, una intera settimana è dedicata all’Arte.
Corrado Augias propone L’eterno incanto di venere – Da Prassitele a
Modigliani (14 marzo). Una riflessione sul concetto di nudità, come è
stato interpretato nel corso dei secoli, nella storia dell’arte e
della scultura. Come punto di partenza, una premessa: il bisogno di
mostrare la nudità c’è sempre stato per molte e diverse ragioni,
sessuali, simboliche e mitiche.

La settimana prosegue con Vittorio Sgarbi che conduce il pubblico in
un percorso trasversale sull’universo di Michelangelo (dal 15 marzo)
fra la storia dell’artista e l’attualità del nostro tempo. La
stupefacente arte di Michelangelo Buonarroti si fa palpabile alle
molteplicità sensoriali. Il racconto è infatti contrappuntato in
musica da Valentino Corvino (compositore e in scena interprete) e
affiancato dalle immagini rese vive dal visual-artist Tommaso Arosio.

Viene così ricomposto un periodo emblematico, imprescindibile e
sorprendente dell’arte italiana.

Dal 20 marzo è in programma uno spettacolo a sorpresa presentato da MF
Produzioni.

Da non perdere i quattro spettacoli di danza, in scena tra marzo e
aprile, che animano l’ottava edizione del Festival Internazionale
della Danza di Roma 2018, appuntamento tradizionalmente organizzato
insieme all’Accademia Filarmonica Romana.

Carmen, balletto in due atti del coreografo e regista Amedeo Amodio
(in scena dall’8 marzo), ripropone il celeberrimo dramma di Merimée
sottolineando la “solitudine tragica e selvaggia” di una donna che
cerca di affermare il proprio diritto all’incostanza. Mediterranea
(dal 10 marzo) è la coreografia più rappresentata nel mondo di Mauro
Bigonzetti, viene qui ripresa dalla compagnia di 20 danzatori solisti
della Daniele Cipriani Entertainment. Si tratta di un lavoro
evocativo, una vera circumnavigazione del Mediterraneo, attraverso la
musica delle culture che vi si affacciano e che trasportano lo
spettatore lungo un viaggio nello spazio e nel tempo.

In collaborazione con Norman Music si realizzano invece gli altri due
spettacoli del Festival; Notte Tzigana (17 e 18 aprile), protagonista
il violinista Antal Szalai, con la sua Orchestra Tzigana di Budapest,
che proporrà brani classici e della tradizione magiara, uniti a
tipiche danze danubiane interpretate dal corpo di ballo Zigana Clan. E
infine Pastora Baila (19 e 20 aprile), spettacolo di flamenco firmato
dalla bailaora di prestigio mondiale Pastora Galván, autentica icona
di questo speciale genere di danza, che è accompagnata in scena da un
cantante e due strumentisti.

Non manca nella programmazione l’operetta, in una serata di excursus
tra le arie principali, diretta da Sandro Pecorelli Corelli. È il Gran
Galà dell’Operetta (21 aprile) durante il quale sono eseguite le più
famose arie tratte da La Vedova Allegra, Il Pipistrello, Il Paese Dei
Campanelli e tantissimi altri capolavori. Sul palco si alternano i
maggiori esponenti di operetta: le soprano Daniela Mazzucato e Maria
Giavanna Michelini, i tenori Max René Cosotti e Andrea Binetti.

Una vera e propria opera lirica è invece la messa in scena della
Carmen di Georges Bizet (26 aprile), presentata dall’Accademia
Filarmonica Romana e prodotta da As.Li.Co, nel quadro del progetto
denominato l’Opera per tutta la Famiglia. Il capolavoro operistico di
Bizet è stato scelto quest’anno per il tradizionale progetto educativo
sull’opera lirica pensato per i ragazzi e per le loro famiglie, che da
anni la Filarmonica presenta in esclusiva per Roma. Particolarmente
impegnativa la tematica di questa edizione che, agganciandosi alla
drammatica storia di Carmen, si propone di sensibilizzare i giovani
sulle tematiche della violenza sulle donne e del femminicidio.

Straordinario il musical Dirty Dancing il Musical – The Classic Story
on Stage (dal 4 maggio) diretto da Federico Bellone. Tutto il teatro è
pronto per ballare grazie a un vero concentrato di romanticismo,
sensualità e musiche travolgenti. Il titolo dei record celebra i primi
30 anni di un film divenuto cult sin dalla sua prima uscita, datata 21
agosto 1987. Si racconta il magico e movimentato incontro tra la
giovane Baby Houseman e il fascinoso maestro di ballo Johnny Castle.
Nella tipica atmosfera festosa del villaggio turistico nasce la loro
storia d’amore, accompagnata da musiche indimenticabili e balli ad
altissima carica sensuale.

Presenti diversi appuntamenti con la musica live: De André canta De
André (14 ottobre) che vede Cristiano De André interpretare sul palco
un repertorio ricco di brani del padre che si affiancano ai suoi brani
più celebri, contenuti nei progetti discografici di successo (“De
André canta De André – Vol. 1” – 2009 e “De André canta De André –
Vol. 2” – 2010).

E ancora da annotare i concerti rock che riecheggiano i magnifici anni
’70. La PFM – Premiata Forneria Marconi (12 marzo), il gruppo rock
italiano più famoso al mondo, l’unica band nazionale ad avere scalato
la classifica Billboard negli Stati Uniti. Gli Animals Pink Floyd,
acclamato tributo romano alla band inglese, dopo il successo dello
scorso anno con Obscured by Clouds, presentano Shine On! Pink Floyd
Opera, The Story (22 aprile). Un’indimenticabile esperienza di
rock-art che racconta l’evoluzione dei Pink Floyd dal 1967 ad oggi,
coniugando musica live, performance teatrali, visual show e light show
a coreografie di danza eseguite dalla compagnia Momento Danza.

Un altro gradito ritorno è l’iniziativa condotta dal CENTRO NAZIONALE
CONTRO IL BULLISMO – BULLI STOP in occasione della IV Giornata
Nazionale Giovani Uniti Contro Il Bullismo (dal 26 maggio) con
finalità di promozione e diffusione della cultura, rispetto, legalità
e integrazione tra i ragazzi. Lo scopo è prevenire l’abbandono
scolastico, il malessere tra i giovani, diffondere la cultura e l’arte
del teatro, fare opere di prevenzione nei confronti di droga, Aids,
alcolismo e bullismo attraverso lo svolgimento di attività didattiche,
ludiche, ricreative, di ricerca e formazione.

Confermata anche quest’anno la formula dell’Abbonamento a scelta a
cinque o sette spettacoli tra quelli proposti, acquistabile anche
online direttamente sul sito del Teatro Olimpico. Anche per la
prossima stagione, i prezzi dell’abbonamento restano invariati: a
partire da 100€ per l’abbonamento a 5 spettacoli e da 140€ per il
pacchetto a 7 spettacoli.

 

,

Teatro Eliseo – Cartellone Stagione 2017 – 2018

Teatro Eliseo – Cartellone Stagione 2017 – 2018

Inaugura la stagione del TEATRO ELISEO il 26 settembre un grande
classico del Novecento, Finale di partita di Samuel Beckett. Una
tragedia del vivere che diventa farsa, interpretata da Glauco Mauri e
da Roberto Sturno diretti da Andrea Baracco. Un omaggio alla storia
del nostro Teatro che si prepara a festeggiare il Centenario nella
convinzione che sono le tradizioni a sostenere il nostro presente.

Per la prima volta in scena, dal 17 ottobre Un borghese piccolo
piccolo, lo straordinario romanzo di Vincenzo Cerami che narra le
aspirazioni e il desiderio di raggirare le regole connaturate
nell’animo di ogni cittadino italiano. Il testo, da cui è stato tratto
anche il capolavoro cinematografico di Mario Monicelli, è qui
interpretato da Massimo Dapporto nell’adattamento del regista Fabrizio
Coniglio.

Novità assoluta – con debutto in prima nazionale al Napoli Teatro
Festival – l’ultima opera del Premio Pulitzer David Mamet: Il
penitente nella traduzione e regia del sottoscritto, Luca Barbareschi.
L’assenza di etica governa un mondo capovolto e qui, colui che sfida
la menzogna e difende la verità, non sembra apparire l’uomo buono né
l’eroe della vicenda. Accanto a me, in scena, Lunetta Savino, Massimo
Reale e Duccio Camerini in un testo sulla ‘nuova inquisizione’ operata
dai media (dal 7 novembre).

Dal 28 novembre un classico fuori dal tempo: Il malato immaginario di
Molière nella storica versione di Franco Parenti ripresa dalla
raffinata regista Andrée Ruth Shammah. Un grande Gioele Dix nei panni
del nevrotico protagonista ipocondriaco, Argan, in una continua
tensione tragicomica che ancora oggi affascina e stupisce gli
spettatori.

Feste natalizie all’insegna di una straordinaria commedia raffinata e
caotica al tempo stesso, La Guerra dei Roses di Warren Adler. Una
storia comica e crudele, ridicola e folle interpretata da Ambra
Angiolini e Matteo Cremon per la regia di Filippo Dini in scena dal 19
dicembre.

Ancora un teorema sull’amore in una originalissima versione di
Massimiliano Bruno e Francesco Bellomo del noto testo shakespeariano
Sogno di una notte di mezza estate. In scena Stefano Fresi, Giorgio
Pasotti, Violante Placido e Paolo Ruffini tra mito, fiaba e
quotidianità dal 9 gennaio.

A grande richiesta il racconto emozionante e magistrale di una fuga e
di un ritorno, dei fallimenti che ci sembrano insuperabili e di quelli
che ci fanno compagnia per tutta la vita. Dopo il successo della
passata stagione, torna lo spettacolo che ha registrato il tutto
esaurito al Piccolo Eliseo: Lacci di Domenico Starnone interpretato da
Silvio Orlando per la regia di Armando Pugliese (dal 30 gennaio).

Dal 13 febbraio un thriller psicologico di Stefano Massini che,
attraverso l’imprevedibile metafora del temporaneo isolamento di
Vincent Van Gogh in manicomio, lascerà lo spettatore con il fiato
sospeso dall’inizio alla fine. Alessandro Preziosi, Francesco
Biscione, Massimo Nicolini, Roberto Manzi, Alessio Genghi e Vincenzo
Zampa sono diretti da Alessandro Maggi in Vincent Van Gogh. L’odore
assordante del bianco, testo premiato per la “scrittura limpida, tesa,
di rara immediatezza drammatica, capace di restituire il tormento dei
personaggi con ferocia espressiva”.

Risate a crepapelle dal 6 marzo con Lello Arena nei panni del papà in
Parenti serpenti di Carmine Amoroso, regia di Luciano Melchionna.
Grazie al tratteggio grottesco dei personaggi, la commedia descrive il
più turpe cambiamento dei componenti di una famiglia riunita nella
casa dei genitori anziani per festeggiare il Natale.

Il regista di origine argentina, Alfredo Arias, rende omaggio a
Raffaele Viviani con Eden Teatro. Dietro l’apparente esibizione di
esilaranti numeri di varietà, Mariano Rigillo, Angela Pagano, Gaia
Aprea, Gennaro Di Biase, Mauro Gioia, Gianluca Musiu, Anna Teresa
Rossini, Ivano Schiavi, Paolo Serra ed Enzo Turrin, accompagnati da
musiche dal vivo, portano in scena il degrado umano ed artistico della
scena teatrale minore ai primi del Novecento. Dive sull’orlo
dell’abisso si contendono la miserabile sopravvivenza sul manifesto e
sulle tavole di un teatrino (dal 20 marzo).

Classicità e modernità per una visionaria riscrittura di un capolavoro
letterario nel Circus Don Chisciotte di Ruggero Cappuccio, che oltre a
firmare testo e regia è anche interprete accanto a Giovanni Esposito.
Nella Napoli di oggi, il professor Cervante, presunto discendente
dell’autore del Don Chisciotte della Mancia, attiva una personalissima
lotta contro il processo di disumanizzazione che sta attanagliando il
mondo (dal 3 aprile).

Cuochi, camerieri, sguatteri al lavoro in un labirinto di fornelli,
pentole e utensili sono i protagonisti di La cucina, versione italiana
di Alessandra Serra del testo di Arnold Wesker. Il cast è composto da
ventiquattro attori (venti sotto i trent’anni) provenienti dalla
Scuola di Recitazione dello Stabile di Genova, diretti dal regista
Valerio Binasco che con questo spettacolo, nella scorsa stagione, ha
registrato un grande successo di critica e pubblico.

Teatro Piccolo Eliseo

Al PICCOLO ELISEO il cartellone si apre il 27 settembre con Purgatorio
di Ariel Dorfman nella traduzione di Alessandra Serra. Una donna e un
uomo, Laura Marinoni e Danilo Nigrelli, diretti da Carmelo Rifici,
sono chiamati a confrontarsi con le loro sanguinose vite passate, per
maturare consapevolezza delle azioni compiute e tentare di redimersi.

Dal 18 ottobre Gea Martire, Chiara Baffi, Fulvio Cauteruccio,
Francesco Roccasecca, diretti dal Nadia Baldi, mettono in scena le
follie e gli incroci amorosi di Ferdinando, il testo forse più famoso
di Annibale Ruccello.

Dall’8 novembre, una fiaba che porta dentro di sé la rabbia di
un’infanzia negata, Pugni di zolfo scritto, diretto e interpretato da
Maurizio Lombardi. Vincenzo Barrisi è il protagonista, un pugile che
nel suo spogliatoio ha appena finito un match durissimo contro
l’americano.

Dopo la felice esperienza dello spettacolo Gomorra, Roberto Saviano e
Mario Gelardi si ritrovano dal 29 novembre nel progetto teatrale del
Nuovo Teatro Sanità La paranza dei bambini per raccontare la
controversa ascesa di una tribù adolescente verso il potere.
Come nel best seller di Saviano, anche nello spettacolo, i
protagonisti creano una loro comunità che impone regole feroci per
perdere l’innocenza e diventare grandi.

New Magic People Show è una nuova versione di quel comico, feroce e
colorito avanspettacolo pop dell’Italia malata di questi ultimi anni
che restituisce il senso di nevrotico sovraffollamento del condominio
globale. Messo in scena da Enrico Ianniello,

Tony Laudadio, Andrea Renzi e Luciano Saltarelli lo spettacolo avanza
con un ritmo che sembra sposare i Simpson e Aristofane, Eduardo e
Woody Allen, Totò e Godot. In scena dal 20 dicembre.

Ultima novità di Carrozzeria Orfeo, Cous Cous Klan di Gabriele Di
Luca, fotografa ancora una volta personaggi socialmente instabili,
pieni di nevrosi e debolezze, associati dal comune denominatore della
mancanza di amore. In scena dal 10 gennaio Beatrice Schiros,
Alessandro Tedeschi, Massimiliano Setti, Pier Luigi Pasino.

Un’escursione coraggiosa nelle acque oscure della migrazione di massa
nel testo inedito di Anders Lustgarten Lampedusa per la regia di
Gianpiero Borgia. Dal 31 gennaio Fabio Troiano interpreta un pescatore
siciliano che si guadagna da vivere recuperando i corpi dei profughi
annegati in mare, mentre Donatella Finocchiaro è Denise, una giovane
marocchina immigrata di seconda generazione che si mantiene agli studi
lavorando come esattore per una società di prestiti.

In Stabat Mater Maria Paiato interpreta la figura epica della Madre
del Cristo che, grazie alla scrittura sofferente di Antonio Tarantino,
viene trasferita sulle rive del tempo presente. Regia di Giuseppe
Marini dal 21 febbraio.

Dal 14 marzo sarà in scena Orphans, un progetto di Monica Nappo, un
noir sofisticato e dalle forti atmosfere del drammaturgo britannico
Dennis Kelly. Il testo, vincitore del Premio Enriquez 2017, è
interpretato dalla stessa Nappo insieme a Paolo Mazzarelli e Lino
Musella.

Seguiranno due opere di Giuseppe Patroni Griffi: dal 4 aprile D’estate
con la barca, messo in scena da Luca De Fusco e interpretato da Gaia
Aprea, associa l’amore con la morte, il mistero dell’attrazione
erotica come rischio e inizio di perdizione; dall’11 aprile Scende giù
per Toledo, diretto e interpretato da Arturo Cirillo, è una delle sue
più travolgenti invenzioni letterarie, la storia di un travestito
napoletano, un tango disperato che attraversa gli umori, i suoni della
sua città.

Con Novantadue Claudio Fava ci riporta al periodo in cui si segnava la
fine della Prima Repubblica e i due magistrati simbolo della lotta
alla mafia, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, saltavano in aria con
chili di tritolo. Dal 2 maggio Marcello Cotugno dirige in questa
moderna tragedia Filippo Dini, Giovanni Moschella e Pierluigi Corallo.

Dirompe l’amore nel testo scritto da Filippo Gili e diretto da
Francesco Frangipane, Prima di andar via. Dal 9 maggio Giorgio
Colangeli, Filippo Gili, Michela Martini, Aurora Peres, Vanessa
Scalera sono i protagonisti di una notte drammatica dove si
confrontano e si scontrano padre e figlio, madre e figlio, sorelle e
fratello in un viaggio ora violento ora tenero nelle mille sfumature
della psiche e dell’animo umano.

 
 
The Sun’s Smile
Raffaela Anastasio
 
 

 

 

,

Cartellone Teatro Manzoni – Stagione 2017 – 2018

Cartellone Teatro Manzoni – Stagione 2017/2018

La stagione ha inizio il 28 settembre con il gradito ritorno di Paolo
Triestino e Nicola Pistoia che presentano una delle commedie francesi
più rappresentate e applaudite nel mondo: La cena dei cretini di
Francis Veber per la regia di PistoiaTriestino. E’ la storia di un
gruppo di amici borghesi parigini che, per uscire dalla solita
routine, organizza una volta a settimana una cena, dove ogni
partecipante deve portare un cretino: il migliore si aggiudicherà la
serata. Ma non sempre le cose vanno come ci si aspetta. Una commedia
esilarante che trascinerà il pubblico in un mare di risate attraverso
situazioni paradossali ed incredibili, che i protagonisti loro
malgrado saranno costretti a vivere. Francis Veber (autore tra l’altro
de “L’apparenza inganna”, “La capra” e “Il rompiballe”) riesce ad
analizzare la nostra società con lucida ironia, sovvertendo i luoghi
comuni e mostrando il lato “malvagio” di ognuno di noi, regalandoci un
divertimento intelligente. (In scena fino al 22 ottobre)

Elena Cotta, Carlo Alighiero, con Cinzia Berni e Diego Ruiz saranno in
scena dal 26 ottobre al 19 novembre con Bluff niente è come sembra,
per la regia di Carlo Alighiero. A volte bisognerebbe prendere alla
lettera i detti popolari. “L’apparenza inganna” è il filo conduttore
di questa nuova, divertente, sorprendente commedia di Cinzia Berni e
Diego Ruiz, in cui il thriller si sposa con le risate e gli equivoci
si alternano ai colpi di scena. Possibile che una pacifica e amabile
signora con la passione per le sue piante sempre così rigogliose e per
le marmellate fatte in casa, possa venire coinvolta in pericolose
indagini di polizia? Un giocatore incallito che dice di volersi
redimere, avrà veramente la capacità di farlo, o rischia di perdere
anche la scommessa con se stesso? Riuscirà un imbranato professorino
di matematica a schivare colpi bassi e proiettili vaganti? Una bionda
avvenente con la passione per il make up sarà in grado di usare la
pistola al momento giusto? Un thrilling comico che terrà lo spettatore
con il fiato sospeso.

Dal 23 novembre al 17 dicembre Pietro Longhi, Rita Forte, Milena
Miconi, con Riccardo Castagnari presentano Lilly la vagadonda (Sylvia)
di Albert Ramsdell Gurney, regia di Maria Cristina Gionta. Testo
divertente e pieno di humor ci racconta di Lilly, di come un
cagnolina possa riuscire a collegare le persone in un mondo che gli
uomini stanno facendo diventare sempre più impersonale. E’ anche la
storia di Giorgio in crisi per il suo lavoro, che non ama più e con
la bella moglie Carla. La piece è una deliziosa fantasia, ma anche uno
sguardo molto approfondito sul mondo borghese, nel quale arriva la
cagnolina che invade la scena con la sua libertà. Incapace di fingere
farà riscoprire quello che i suoi padroni avevano dimenticato o
semplicemente nascosto…L’idea chiave del testo è che Lilly sia
interpretata da un’attrice. Preparatevi ad un’ eccitante ed
emozionante novità!!!

Fabio Avaro, Enzo Casertano, Lallo Circosta saliranno sul palcoscenico
dal 28 dicembre 2017 con la strepitosa commedia Uomini stregati
dalla luna di Ammendola & Pistoia, per la regia di Silvio Giordani.
Pino e Ciccio sono due strampalati titolari di una piccola osteria
romana che hanno rilevato accollandosi una mare di debiti. Li aiuta un
insopportabile cameriere Massimo, ereditato dalla precedente gestione.
E’ la sera di capodanno e uno alla volta i clienti prenotati
disdicono. L’unico che arriva è il loro amico poliziotto Nicola, che
proprio quella sera ha chiuso una relazione decennale, scoprendo il
tradimento della sua ormai ex compagna. Convinto a restare, Nicola
trasforma la serata in una terapia di gruppo. Parlano di amore, di
sesso di tradimento, di gelosia… E’ una notte di luna, magica,
misteriosa, proprio come la ragazza bellissima che arriva nel
locale…… (fino al 28 gennaio 2018)

Debutta il primo febbraio Una moglie da rubare di Iaia Fiastri con
Stefano Masciarelli e Patrizia Pellegrino diretti da Diego Ruiz. Iaia
Fiastri, regina della commedia italiana al fianco di Garinei e
Giovannini per oltre trent’anni, ha scritto questa divertente commedia
in cui i protagonisti si incontrano e si scontrano in una serie di
colpi di scena imprevedibili. Un uomo in crisi con la propria moglie,
maldestro e impacciato, rapisce la consorte del suo più grande nemico,
cercando di salvare la faccia e il suo matrimonio. Ma è un piano che
sin dall’inizio ha poca speranza di funzionare e che porterà ad un
epilogo del tutto inaspettato. I nostri mattatori daranno vita a due
personaggi teneri e buffi, ricchi di umanità, inizialmente nemici, ma
poi si ritroveranno complici in questa avventura, che cambierà
definitivamente le loro esistenze. (in scena fino al 25 febbraio)

Sandra Milo, Gino Rivieccio, Fanny Cadeo, Marina Suma saranno in scena
dal 1 al 25 marzo con Mamma …. ieri mi sposo! (Twixt) di Clive Exton
per la regia di Pino Strabioli. Ambientata negli anni ’70, la commedia
è ispirata alla grande tradizione del teatro comico inglese, dove gli
equivoci generano situazioni comiche e paradossali. Un uomo
apprensivo e sprovveduto, ha nascosto a sua madre di essersi sposato
da diversi mesi, e a sua moglie di non aver detto delle nozze a sua
madre. Per mantenere l’equilibrio familiare inventa ricorrenti viaggi
di lavoro, mentre in realtà si rifugia in un villino di campagna per
incontrare la sua adorata genitrice! Ma una sera il nostro eroe, si
trova in casa la segretaria, inseguita da un marito furioso, la madre,
il suo socio in affari e infine anche la moglie. E’ costretto ad
accumulare frottole per evitare pericolose rivelazioni, ma alla fine,
la verità finirà per emergere. Cosa deciderà il nostro “grand’uomo”?
Restare con la moglie, tornare con la madre, fuggire con la
segretaria, o….?

Dal 27 marzo saliranno sul palcoscenico Marisa Laurito, Corinne
Clery, Barbara Bouchet con la partecipazione straordinaria di
Gianfranco D’angelo per rappresentare Quattro donne e una canaglia per
la regia di Nicasio Anzelmo. Questo divertentissimo testo di Pierre
Chesnot, ripercorre il mai risolto rapporto uomo-donna. La “povera”
canaglia Walter, riesce con grande maestria a gestire una moglie,
un’ex moglie, una giovane amante e una ormai ex amante. Una divertente
quanto surreale commedia, in cui l’amante abbandonata Kathrine, cerca
conforto nella moglie Brigida, provocando l’indignazione della prima
consorte Barbara, mentre Walter è pronto a rifarsi una nuova vita con
la giovanissima Roberta. Una sorta di harem che ha saputo gestire con
un mare di menzogne, che però si sveleranno la sera del suo
compleanno, in cui tutte le sue donne si troveranno inaspettatamente
per la prima volta insieme. E questa volta la simpatica canaglia, cosa
potrà inventarsi per uscire dai guai?

Dal 26 aprile al 20 maggio Gianluca Ramazzotti, Antonio Cornacchione
con Milena Miconi saranno in scena con Ieri è un altro giorno! di
Silvain Meyniac e Jean Francois Cros, regia di Eric Civanyan. Grande
successo comico, miglior commedia al premio Molière 2014. Sul punto di
concludere «la causa» più importante della sua vita, Pietro Paolucci,
un avvocato freddo, ossessionato dalle sue manie e dai suoi principi,
si trova obbligato a dividere un intero giorno con l’individuo più
incredibile che abbia mai conosciuto. E’ un incontro che cambierà la
vita di entrambi; sarà una giornata strana, assurda, dove niente andrà
come previsto, dove tutto sarà possibile e tutto potrà accadere.
Perché la segretaria inciampa sempre con i piedi nel tappeto? Perché
il capo gli chiede sempre la stessa cosa? Perché Pietro riceve sempre
la stessa telefonata? Perché sembra che tutti ce l’abbiano con lui e
perché tutto si ripete continuamente ed è soltanto lui ad
accorgersene….?!!!!

Si conclude la stagione con Paola Gassman, Mirella Mazzeranghi, Paola
Tiziana Cruciani che presentano Tutte a casa di Giuseppe Badalucco e
Franca De Angelis, dirette da Vanessa Gasbarri. Ambientata nella prima
guerra mondiale la divertente commedia pone l’accento sul primo vero
grande ingresso del gentil sesso nel mondo del lavoro. Mentre gli
uomini sono al fronte, le donne per sopravvivere, diventano operaie,
tranviere, segretarie. Margherita, una ricca signora dell’alta
borghesia, decide di tenere in piedi l’azienda familiare, ma si
ritroverà tutti contro, persino i sindacati. Nella sua avventura sarà
supportata da altre quattro donne. C’è Silvana, che rivelerà
insospettate doti manageriali, Comunarda, una socialista dal
temperamento combattivo; Teresa, madre di famiglia, tutta casa e
chiesa e la giovanissima Giacomina che pensa a divertirsi. In un
crescendo di ostacoli da affrontare, le cinque donne, nel tentativo di
salvare l’azienda, si confronteranno e impareranno a conoscersi e a
sostenersi. Ma un giorno la guerra finisce e gli uomini tornano a
casa…… (in scena dal 24 maggio al 17 giugno)

Dal 15 al 24 settembre Cesare Vangeli, Cristina Pensiero diretti da
Claudio Insegno presentano Il giorno della tartaruga, commedia
musicale targata Garinei & Giovannini. Nata nel’64, fu portata al
successo da Renato Rascel e Delia Scala. La commedia che ci farà
compiere un viaggio a ritroso nell’Italia degli anni del boom
economico, affronta il tema sempre attuale della crisi di coppia. I
due protagonisti, oltre ad interpretare Lorenzo e Maria, moglie e
marito che si punzecchiano con ironia dalla prima all’ultima scena,
rappresentano anche i vari personaggi che fanno parte della storia.
Completano il cast sei attori, che daranno vita ai ricordi della
coppia, creando romantiche atmostere. Ma c’è un’altra protagonista: la
tartaruga, un animaletto domestico, una sorta di alter ego al quale i
due coniugi confidano i propri crucci e angosce.La storia
ripercorre aspetti della quotidianità immutabili nel rapporto di
coppia, piu che mai credibili, di usi e costumi che non cessano mai
di essere divertenti. (spettacolo fuori abbonamento).

Nessun messaggio selezionato