Articoli

,

La Sommelier consiglia – Vignolè Falanghina Spumante Brut

Salve Amici,

per questo giorno di festa Vi suggerisco un buon spumante di falanghina dell’azienda VINICOLA del SANNIO.

Quest’azienda nasce nel 1960 nella terra del SANNIO è di certo una delle aree più affascinanti del panorama vitivinicolo campano in quanto, è dove si coltiva il 70% della produzione regionale con le denominazioni SANNIO DOP e Beneventano IGP e otto monovitigni autoctoni.
Questo spumante è 100% di falanghina.

Per salvaguardare l’aspetto aromatico di questo vino, le uve vengono pigiate con una pressa pneumatica; effettuato l’illimpidimento vengono inoculati i lieviti per avviare il processo fermentativo alla temperatura controllata di 14 c.
Così si ottiene uno spumante fine ed elegante con un buon perlage.
Dal colore bianco brillante, con sentori di frutta e fiori con una buona freschezza si abbina ai frutti di mare, crostacei e ottimo come aperitivo.

Giusto per l’arrivo della bella stagione e per brindare con gli amici.

 Cheers.

Antonella

,

La sommelier consiglia – Il Passito e…

Oggi parliamo di un grande vino.

Il passito di Moscatello dell’azienda CASTELLO MONACI.

Ha un colore giallo dorato intenso, un ampio profumo floreale (fiori d’arancio), aroma di salvia e un sapore caldo, morbido e avvolgente, che richiama note di frutta caramellata. Il vino affina in barrique di primo passaggio per 10 mesi.

 Questo vino è perfetto abbinato alle pinolatine della premiata pasticceria di Angelo Grippa che con l’aiuto della moglie Elisa sfornano ogni giorno specialità uniche ed inimitabili.

 

Le pinolatine, sono dolci realizzati con mandorle grezze di Bari, zucchero ed albume d’uovo, ricoperti da pinoli leggermente tostati. Le altre specialità della pasticceria sono i lievitati, che hanno ricevuto riconoscimenti in tutta Italia, rigorosamente prodotti solo con lievito madre e senza conservanti vi consigliamo di assaggiare il Babettone realizzato con l’impasto del baba’ impreziosito con i profumi ed i sapori del panettone.

 

 

La pasticceria si trova ad Eboli in via s. Bernardino 21, siamo partiti per un percorso di gusto dove si è fermato Cristo, per cui se si è fermato Lui…..

Buona domenica

Cheers!

Antonella

,

La Sommelier consiglia – Amaro Don Carlo

Salve Amici,

Questa settimana parliamo degli AMARI.
Essi sono ottenuti per infusione o macerazione in alcool di erbe medicinali, spezie o scorze di agrumi, addizionati di zucchero in percentuali molto variabili. In alcuni casi si producono anche per distillazione.
La gradazione alcolica è normalmente compresa tra 20-45% col. Vengono serviti in piccole porzioni, in bicchieri di dimensioni ridotte e spesso si accompagnano con un bicchiere di acqua fresca.
Un tempo, erano utilizzati per le loro proprietà medicinali.

Anche oggi gli amari sono piuttosto diffusi in Italia, soprattutto come digestivi, oltre ad essere impiegati nella preparazione di alcuni cocktail.

 In particolare vi consiglio “L’AMARO DON CARLO”
Nasce da un’idea di CARLO GARGIULO ed ANGELA CALIENDO( marito e moglie) con l’intenzione di 
creare un prodotto nuovo che rappresentasse il cambio generazionale. Quindi un amaro innovativo con uno sguardo alla tradizione. Prodotto da erbe spezie e mallo di noci.
AMARO DON CARLO si beve ghiacciato.
Che dire:
DON CARLO un amaro di tutto rispetto.
Buona domenica Amici

Cheers!

Antonella

,

La Sommelier consiglia – Sfursat 5 stelle

Amici miei cari,

per finire e iniziare il nuovo anno vi porto nella Valtellina a visitare la casa vinicola NINO NEGRI.
Qui la vite, coltivata sulle pendici dei monti, ha trovato le condizioni ideali per crescere, grazie ad un’ottima esposizione al sole per tutto l’arco della giornata, ad un clima ventilato e ad un terreno ricco di minerali.
Eccolo il grande vino sempre premiato: SFUSAT 5 STELLE
Sforzato della Valtellina superiore DOCG NINO NEGRI.
È prodotto da una selezione delle migliori uve e solo nelle migliori annate. Le uve di nebbiolo (chiavennasca) in purezza, raccolte a mano dopo l’appassimento naturale di 3 mesi, vengono vinificate in rosso con una lunga macerazione.
Prosegue la maturazione di 20 mesi in barriques nuove di rovere francese e poi affinamento in bottiglia.
Per me questo è un grande vino da meditazione, da bere con gli amici, perché no davanti al camino durante le vacanze.
Buona fine è buon principio d’anno a tutti voi lettori.

Cheers!

 

Antonella

,

La Sommelier consiglia – Vigna Micciano il bianco

Salve amici,
siamo alla vigilia di Natale. 
Il menù certamente in quasi tutta Italia questa sera sarà a base di pesce e allora ho scelto per Voi un vino che possa accompagnare al meglio la vigilia.

Andiamo nella penisola Sorrentina e scegliamo il vino bianco Vigna Micciano nella cantina della famiglia Iovine.

Il VIGNA MICCIANO bianco è ottenuto da uve di Falanghina e Greco che vengono raccolte con un leggero appassimento, trasferendo al Micciano bianco, corpo, morbidezza e grande personalità.
Un grande vino che si abbina a qualsiasi pesce e soprattutto ai crostacei.

Vigna Micciano bianco dell’azienda IOVINE.

Sereno Natale a tutti voi amici di The Suns’s Smile

Antonella

,

La Sommelier consiglia – Vigna Micciano

Buona Domenica amici,
questa settimana facciamo un salto nella penisola Sorrentina, nell’azienda IOVINE.

Qui troviamo un blend di uve di PIEDIROSSO e AGLIANICO che nascono in una vigna antica. Il VIGNA MICCIANO rosso, invecchiato in piccole botti per 12 mesi e poi affinato in bottiglia per altri 4 mesi.
Ha una personalità spiccata è morbido ed equilibrato.

E’ di colore rosso intenso con sentori di frutta a bacca rossa con aroma di ciliegia ed ha una gradazione alcolica di 15 gradi.Si abbina facilmente con i primi piatti e con dei buoni tagli di carne.

Ricordate amici: VIGNA MICCIANO rosso.

 

Cheers!

Antonella

,

La Sommelier consiglia – Coribante

Buon weekend amici.
Questa settimana protagonista è un vino pugliese dell’azienda Castello Monaci.
A mio giudizio un vino intrigante che nasce da una miscela di due vini rossi: Syrah e Malvasia Nera di Lecce appassita, maturata in barrique per 12 mesi da cui prende la pienezza e il corpo di un vino maturo.

Perfetto per la voglia di innovazione di un palato maschile ed ideale per il gusto curioso ricercato soprattutto dalla Donna.
Il Coribante è un vino di forte carattere, ricco di profumi floreali ed è fresco e morbido. 

Un vino molto piacevole ed elegante.

Cheers!

Antonella

La Sommelier consiglia – Piedirosso 1890

Ben ritrovati cari amici
Oggi vi propongo un vino speciale dell’azienda IOVINE che ha oltre 125 anni di storia.

Siamo nella penisola Sorrentina, esattamente a Pimonte.
Parliamo di un vitigno autoctono, da cui si ottiene un vino di colore rosso purpureo.

Aroma fruttato, al palato si avvertono note di frutta matura, ciliegia e ribes. Risulta caldo, rotondo, morbido e vellutato.

Il  PIEDIROSSO, localmente chiamato “Per e’ palummo” cioè zampa di colombo,  poiché il raspo ha una forma ed un colore che assomiglia proprio al piede del colombo.

Questo vino si abbina perfettamente con tutti i tipi di carne .

buon fine settimana.

Cheers!

Antonella

 

 

La sommelier consiglia – Come degustare un vino

Questa settimana amici impareremo come degustare il vino.
E’ necessario sottolineare come la degustazione del vino, al fine di un’attenta e seria analisi organolettica, sia ben diversa dal normale assaggio che, quasi sempre, si consuma a tavola, in un clima familiare e conviviale e che si prefigge come scopo principale la ricerca di un puro piacere edonistico.
Una bottiglia di vino rappresenta la sintesi del perfetto equilibrio tra la natura, la mano dell’uomo è la tecnica.
La funzione del degustatore è quindi quella di verificare che il vino che si andrà a degustare abbia raggiunto pienamente questa armonia dal punto di vista visivo, olfattivo e gustativo.

Seguire una sequenza logica di assaggio, partendo dai vini bianchi giovani fino ad arrivare a quella dei vini rossi invecchiati è da dessert.
La degustazione si divide in tre fasi:
Esame visivo
Esame olfattivo
Esame gustativo
Attraverso l’esame visivo si osservano la limpidezza, il colore, la fluidità e l’effervescenza.
L’esame olfattivo ci permette di percepire tutti i sentori:
Floreali, fruttati, erbacei ecc…e soprattutto l’intensità e la persistenza.
Attraverso l’esame gustativo si valutano i principali elementi che compongono il vino, come gli zuccheri, l’alcol etilico, gli acidi, il tannino, i sali e di conseguenza si può arrivare ad esprimere un giudizio sulla sua struttura generale o corpo.
Dopo aver analizzato l’equilibrio gustativo, si può concludere con un giudizio finale di questa ricca e affascinante bevanda.

Cheers!

Antonella

La Sommelier Consiglia – Piedirosè

Amici carissimi,
in questi giorni si è concluso Vitigno Italia A Napoli e sono stati selezionati e premiati alcuni vini.
Il primo classificato della categoria rosati è stato il PIEDIROSE ‘ dell’azienda IOVINE.


Quest’azienda negli ultimi anni,
ha investito molte risorse per presentare al mercato dei vini di pregio; raggiungendo degli ottimi risultati. Il capostipite della famiglia IOVINE il signor Luigi, eccezionalmente ha partecipato alla manifestazione con i figli Aniello, Giuseppe e Raffaele.

http://www.iovine.eu/
Questo magnifico rosato, è frutto di 2 giorni di macerazione dei chicchi più belli, il mosto viene leggermente pressato è raffreddato incorporando gli aromi parietali del vitigno autoctono del PIEDIROSSO.
Con questa tecnica nasce il PIEDIROSE ‘che si può abbinare a pesce crudo, crostacei, pasta e fagioli con cozze con la pasta mista (specialità napoletana)e con una buona aragosta.

Si consiglia una temperatura di 8/10c.
Buon Fine settimana a tutti

Cheers!

Antonella

 

https://www.facebook.com/vitignoitalia.napoli/