La sommelier consiglia – Come degustare un vino

Questa settimana amici impareremo come degustare il vino.
E’ necessario sottolineare come la degustazione del vino, al fine di un’attenta e seria analisi organolettica, sia ben diversa dal normale assaggio che, quasi sempre, si consuma a tavola, in un clima familiare e conviviale e che si prefigge come scopo principale la ricerca di un puro piacere edonistico.
Una bottiglia di vino rappresenta la sintesi del perfetto equilibrio tra la natura, la mano dell’uomo è la tecnica.
La funzione del degustatore è quindi quella di verificare che il vino che si andrà a degustare abbia raggiunto pienamente questa armonia dal punto di vista visivo, olfattivo e gustativo.

Seguire una sequenza logica di assaggio, partendo dai vini bianchi giovani fino ad arrivare a quella dei vini rossi invecchiati è da dessert.
La degustazione si divide in tre fasi:
Esame visivo
Esame olfattivo
Esame gustativo
Attraverso l’esame visivo si osservano la limpidezza, il colore, la fluidità e l’effervescenza.
L’esame olfattivo ci permette di percepire tutti i sentori:
Floreali, fruttati, erbacei ecc…e soprattutto l’intensità e la persistenza.
Attraverso l’esame gustativo si valutano i principali elementi che compongono il vino, come gli zuccheri, l’alcol etilico, gli acidi, il tannino, i sali e di conseguenza si può arrivare ad esprimere un giudizio sulla sua struttura generale o corpo.
Dopo aver analizzato l’equilibrio gustativo, si può concludere con un giudizio finale di questa ricca e affascinante bevanda.

Cheers!

Antonella

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *