,

Cinecibo Festival del cinema gastronomico – Incontri giorno 1

La Basilicata ha accolto per la prima volta dal 27 al 29 ottobre scorsi, Cinecibo – il Festival del cinema gastronomico.

La kermesse si è tenuta nella meravigliosa cornice naturale di S.Severino Lucano, nel cuore del Parco del Pollino. Molti ospiti e molti eventi hanno reso questa sesta edizione del Festival ricca ed interessante.

Si è dato inizio al Festival con il taglio del nastro per l’inaugurazione del centro Polifunzionale di S. Severino Lucano, in presenza del Sindaco Franco Fiore, il direttore del Festival di Venezia Alberto Barbera, il direttore di Cinecibo Donato Ciociola e Nicola Timpone coordinatore marketing Lucana Film Commission.

Con una breve presentazione il Sindaco Fiore, racconta dei vari progetti a cui sta lavorando per rendere S. Severino sempre più accogliente e per il turismo e per i giovani di quelle terre. “La Basilicata è un set naturale scelto da molte produzioni cinematografiche tra cui Passion, Ben Hur, Wonder Woman, e Trust. Produzioni che permettono di far conoscere la Basilicata nel mondo  la fanno crescere economicamente e creano possibilità di lavoro per molti giovani che hanno la passione per la settima arte. Fiore all’ occhiello quest’ anno è  un film girato proprio in Basilicata , unico film italiano candidato agli Oscar: “A ciambra”.

Cinecibo incontra il Direttore del Festival di Venezia – Alberto Barbera

 

Barbera confessa di aver conosciuto da poco la Basilicata, grazie a Nicola Timpone, ma è stato un colpo di fulmine. “Un territorio quello Lucano semplicemente meraviglioso, che va sfruttato ma preservato. Il vero petrolio di queste terre sono le terre stesse. Sono una ricchezza impagabile e vanno sempre tutelate. “

Il primo giorno di Festival continua con la presentazione di grandi ospiti.

Cinecibo incontra Maurizio Casagrande

L’attore napoletano è accolto dalla folla di pubblico entusiasta. Condivide aneddoti del suo lavoro, il suo inizi, le sua passioni, l’incontro con Vincenzo Salemme con cui ha condiviso grandi successi, l’amore per la sua terra e la passione per il cibo. Casagrande confessa di essere un bravo cuoco e proprio in merito a questa passione ci racconta: “Dovete sapere che spesso il cinema, e la bravura di un attore determinano delle scelte di vita…ora Vi spiego. Fin da bambino ho sempre odiato i fagioli, non so perché ma mi facevano proprio senso. Un giorno alla Tv davano il famoso film , ora diventato un cult,” Lo chiamavano Trinità. Nel film c’era una scena in cui seduto davanti ad un fuoco l’attore apre un barattolo di fagioli e li mangia talmente bene che mi ha fatto venire voglia di assaggiarli, da quel momento ho imparato a mangiare i fagioli”. L’attore poi racconta dei suoi prossimi progetti e il suo tour teatrale.

In un Festival di cinema gastronomico non poteva mancare la buona cucina. Sul palco, lo chef Federico Valicenti, prepara per gli ospiti di Cinecibo un piatto della vecchia tradizione Lucana “Il Piatto dalle 9 cose”. Lo chef spiega che un tempo non c’era la possibilità di fare lauti pranzi e spesso bisognava accontentarsi di quello che si aveva in casa, nasce così il piatto dalle 9 cose, fatto di ingredienti poveri: cipolla, uva sultanina, noci, pomodoro, olive nere, baccalà, olio, pasta senza uovo, sale.

Durante la preparazione del piatto tipico lucano, in scena l’attore Pino Calabrese, intrattiene il pubblico del Festival recitando brani inerenti al cibo percorrendo l’Italia da Nord a Sud.

Cinecibo Incontra Salvatore Esposito – Genny Savastano.

Il pubblico caloroso accoglie Salvatore Esposito, Genny Savastano boss della fortunata serie Gomorra. L’ attore si mette a nudo raccontando i sacrifici fatti per raggiungere i suoi sogni, dal Mac Donald’s al set. Un grande successo che non avrebbe mai immaginato. Ha scritto un libro ” Non volevo diventare un boss” all’interno del quale racconta il suo percorso lavorativo e la forza della sua famiglia grazie alla quale è riuscito a gestire un successo che talvolta si può trasformare in fanatismo ed esaltazione… L’attore sta lavorando proprio in Basilicata, esattamente a Maratea per il suo nuovo film.

La prima giornata del Festival si conclude con foto, selfies con gli ospiti.

Poi una meravigliosa cena organizzata dall’ “Agriturismo Crescente” per gli ospiti del Festival, a base di prodotti tipici Lucani e completamente biologici.

Le stelle del cielo del Parco del Pollino coccolano i sogni di tutti gli ospiti del Cinecibo.

Raffaela Anastasio

The Sun’s Smile

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *