Articoli

,

Globe Theatre – stagione 2017

La stagione 2017 del Silvano Toti Globe Theatre

22 giugno – 2 luglio ore 21.15 TROPPU TRAFFICU PPI NENTI

Regia di Giuseppe Dipasquale Adattamento di Andrea Camilleri e Giuseppe Di pasquale In coproduzione con Teatro della Città di Catania

7 – 16 luglio ore 21.15 A grande richiesta Gigi Proietti in EDMUND KEAN di Raymund FitzSimons

Adattamento e regia Gigi Proietti Regista assistente Loredana Scaramella.

21 luglio – 6 agosto ore 21.15 Daniele Pecci in ENRICO V

Adattamento e Regia di Daniele Pecci

9 – 20 agosto ore 21.15 SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE

regia di Riccardo Cavallo traduzione di Simonetta Traversetti

24 agosto – 10 settembre ore 21.00 IL MERCANTE DI VENEZIA

Regia di Loredana Scaramella Traduzione di Loredana Scaramella

 

15 settembre – 1 ottobre ore 21.00, la domenica ore 18,00 MACBETH

Regia di Daniele Salvo Traduzione e adattamento di Daniele Salvo

5-15 ottobre ore 20.45, la domenica ore 18,00 MUCH ADO ABOUT NOTHING Testo in lingua originale

Regia di Chris Pickles In coproduzione con The Bedouin Shakespeare Company

Lunedì 26 giugno, 10 luglio, 28 agosto, 4 settembre ore 21.15 SONETTI D’AMORE Regia di Melania Giglio

Giovedì 13 luglio, lunedì 18 e 25 settembre ore 21.15 Lunedì 9 e martedì 10 ottobre ore 21.00 PLAYING SHAKESPEARE Regia di Loredana Scaramella

Lunedì 24 e 31 luglio ore 21.15 Pamela Villoresi in IL CANTO DI SHAKESPEARE Regia di Francesco Sala

 

The Sun’s Smile

Raffaela Anastasio

,

Cartellone Teatro Roma – Stagione 2017/2018

Cartellone Teatro Roma – Stagione 2017/2018

La stagione si apre il 26 settembre con la prima nazionale dello
spettacolo I BONOBO di Laurent Baffie, versione italiana e regia di
Virginia Acqua. Protagonisti Gianluca Ramazzotti, Fabio Ferrari,
Milena Miconi, Jun Ichicawa. Lo spettacolo resterà in scena fino al 19
novembre. Andrea, cieco, Daniele, sordo e Leonardo, muto, sono tre
amici d’infanzia handicappati dalla nascita, che incarnano in tutto e
per tutto la saggezza delle tre famose scimmiette. Stanchi per la loro
disabilità, di fare sesso a pagamento, perché impossibilitati a
sedurre delle vere donne, decidono di mettere un annuncio in una chat,
elaborando un piano per nascondere il loro handicap. Molto in sintesi
questo è Laurent Baffie, uno degli autori più geniali e sicuramente il
più dissacrante e spregiudicato della drammaturgia francese. Un autore
che diverte sfidando i tabù. E diverte moltissimo!

Dal 21 novembre Gabriella Silvestri, Antonio Conte, con Enzo Casertano
e Lorenza Guerrieri saranno i protagonisti di LA PROTESTA di Roberta
Skerl, per la regia di Maria Cristina Gionta; lo spettacolo racconta
la storia di una famiglia alle prese con i comportamenti “stravaganti”
dell’anziana madre.

Dal 5 dicembre 2017 al 7 gennaio 2018  altra lunga tenitura e altra
prima nazionale con Giorgio Lupano e Gianluca Ramazzotti protagonisti
di BOEING BOEING di Marc Camoletti, versione italiana di Luca
Barcellona e Francis Evans, regia di Matthew Warchus e Mark Schneider.
Il nuovo allestimento della commedia Boeing Boeing, di Marc Camoletti,
ritorna dopo quarant’anni sui nostri palcoscenici come una delle
commedie più divertenti e rappresentate nel mondo; entrata di diritto
nel Guinness dei primati – solo a Londra, dal 1965 è rimasta in
cartellone per ben sette anni consecutivi, tanto che la Paramount ne
produsse un film con Tony Curtis, Jerry Lewis e Thelma Ritter -Boeing
-Boeing è tornata sui palcoscenici londinesi nel 2007 per starvi fino
al 2009, dopo quarant’anni, con un restyling anni 60′ ad opera di uno
dei più rappresentativi e giovani registi europei: Matthew Warchus che
ne ha curato uno spassosissimo revival adattando scene e costumi a
quegli anni. Il risultato è stato sorprendente: pubblico e critica
hanno decretato il successo di questa commedia che, nonostante l’età,
dimostra ancora di avere le gambe per camminare a lungo.

Seguirà ancora una prima nazionale con un nuovo lungo allestimento:
dal 9 gennaio all’ 11 febbraio 2018, Antonio Catania Maurizio
Mattioli, con Nicolas Vaporidis e la partecipazione di Gabriella
Silvestri, saranno i protagonisti di  IN BARCA A VELA CONTROMANO,
scritto e diretto da Stefano Reali. “Questo testo nasce nel 1989 –
scrive Stefano Reali – come atto unico a tre personaggi, dal titolo
“Operazione”, all’interno della rassegna: “Attori in cerca d’autore”,
diretta da Ennio Coltorti, ed è stato rappresentato, nella sua
versione più lunga, in due tempi, più volte dal 1991 al 1994 in
Italia, e all’estero. In particolare è stato messo in scena in
Inghilterra dal commediografo inglese Alan Ayckbourne, ed ha vinto il
prestigioso “Be Bold Award” come miglior testo straniero nel 1993.
Dalla commedia, ho tratto un film, da me scritto e diretto,
distribuito da Medusa nel 1997, dal titolo “In Barca a Vela
Contromano”, interpretato da Valerio Mastandrea, Antonio Catania,
Maurizio Mattioli e Emanuela Rossi. La fortuna di questo testo,
semiautobiografico, forse dovuta anche al suo mix di tragedia e
commedia brillante, e ai suoi continui colpi di scena, è durata negli
anni, ma soprattutto nella memoria delle persone, più a lungo di
quanto non ci si potesse aspettare”.

Ancora una prima nazionale, ancora una lunga tenitura, perché dal 13
febbraio al 28 marzo 2018, gli you tubers Giulia Penna e Luca Valenti
saranno: ROMEO L’ULTRAS E GIULIETTA L’IRRIDUCIBILE, scritto e diretto
da Gianni Clementi. L’ennesima scommessa, che però, oltre all’azzardo
artistico, vuole provare ad avere anche una funzione “sociale”. L’idea
nasce da una considerazione di fondo: l’uomo (Ma anche l’animale), per
sua natura, sviluppa fin da piccolo l’istinto “all’appartenenza”. La
classe, il branco. La religione. La fazione politica. La razza. Ma in
anni come questi, di grande confusione e incertezza socio-politica,
una fede ha trovato e trova a moltissime latitudini milioni di adepti,
pronti a tutto pur di assaporare il trionfo: il Calcio.

Dal 3 aprile tornano in scena Rita Forte e Pietro Longhi con IL GUFO E
LA GATTINA di Bill Manhoff, regia di Silvio Giordani; è  una
straordinaria macchina  per  attori.  Una  favola moderna basata  su
una  comica  astrazione.

Dal 17 aprile Francesca Bellucci, Annabella Calabrese, Matteo Cirillo,
Tiziano Floreani saranno gli interpreti dell’esilarante, QUANDO
ERAVAMO REPRESSI 3.0, scritto e diretto da Pino Quartullo. La
divertentissima commedia si snoda tra due camere comunicanti di un
albergo, dove due giovani coppie cercano di risolvere il problema del
calo del desiderio aprendosi e scambiandosi secondo una complessa
serie di combinazioni. Petra e Massimiliano, due disinibiti e
collaudati scambisti, vengono contattati da Isabella e Federico, una
giovane ed elegante coppia in crisi, nel tentativo di risolvere i loro
problemi attraverso lo scambio. Il confronto tra i quattro,
inevitabilmente, scatena situazioni imprevedibili, contrasti, erotismo
e comicità.

Daniele Derogatis, Piero Di Blasio, Stefania Fratepietro e Valeria
Monetti saranno i protagonisti dal 3 al 20 Maggio 2018 di DOMANI TI
SPOSO …DOMANI TI LASCIO il Musical di Lawrence Mark Whyte, per la
regia di Marco Simeoli. “Tomorrow Morning” (titolo inglese) è una
commedia musicale inglese del compositore e autore Laurence Mark
Wythe, che ha debuttato a Londra nel 2006. Il successo di pubblico e
critica è stato talmente clamoroso che lo spettacolo si è subito
spostato in America dove, nel 2009, viene premiato come Miglior
Spettacolo Off ai Jeff Awards di Chicago e nel 2011 gli vale la
nomination ai famosi Outer Critics Circle Awards di New York. Ma
questo fortunato show ha visto la luce anche in altre parti del
pianeta: Connecticut, Melbourn, Tokyo, Vienna e anche in Germania e
Portogallo. Il 2017 vedrà, per la prima volta, il debutto in Italia di
questo splendido musical.

La stagione si conclude con Speciale THRILLER D’ ESTATE, un mese di
thriller d’autore per un’estate da brivido!

Teatro Roma

Direzione Artistica Pietro Longhi & Gianluca Ramazzotti

https://www.ilteatroroma.it/

 

The Sun’s Smile

Raffaela Anastasio

,

Cartellone Teatro Ambra Jovinelli – Stagione 2017/2018

Cartellone Teatro Ambra Jovinelli – Stagione 2017/2018

Anche quest’anno l’Ambra Jovinelli propone un cartellone ricco di
spettacoli e di grandi nomi.

Alessandro Haber e Lucrezia Lante della Rovere, diretti da Piero
Maccarinelli, sono gli interpreti, dal 2 al 19 novembre, de Il padre
di Florian Zeller. Il testo, che ha riscosso un enorme successo in
Francia, racconta, col sorriso e con ironia, la storia di una figlia
alle prese con un padre malato di Alzheimer ma ancora pieno di
vitalità e ben deciso a non rinunciare alla propria autonomia. Dal 23
novembre al 3 dicembre va in scena Di’ che mi manda Picone, spettacolo
scritto da Lucio Aiello che rievoca la fortunata pellicola con
Giancarlo Giannini e Lina Sastri: uno spin off dalle tinte di un Full
Monty napoletano, diretto da Enrico Maria Lamanna con protagonista
Biagio Izzo.   Le feste natalizie si aprono il 7 dicembre con il
sorriso grazie al grande classico del teatro partenopeo Non ti pago,
commedia tra le più brillanti del repertorio di Eduardo De Filippo,
nella versione diretta dal figlio Luca con una straordinaria compagnia
di attori napoletani guidati da Gianfelice Imperato e Carolina Rosi:
lo spassoso ritratto di una famiglia e dei suoi “travagli” legati al
gioco del lotto. Dopo il tutto esaurito registrato in questa stagione,
a grande richiesta, torna dal 27 dicembre al 7 gennaio A ruota libera:
Giovanni Veronesi, Alessandro Haber, Rocco Papaleo e Sergio Rubini
sono i grandi mattatori che ci accompagnano in un’esplosiva
“chiacchierata musicale” sulla vita, sul cinema, sullo spettacolo e
sui mille aneddoti vissuti in quel sottile “confine artistico” che
divide la vita e l’arte. Torna sul palcoscenico dell’Ambra Jovinelli
l’attore Pierfrancesco Favino che interpreta dall’11 al 28 gennaio La
notte poco prima della foresta di Bernard-Marie Koltès, testo
capolavoro sulla solitudine e sull’oppressione del potere. Dall’1 al
11 febbraio Isabella Ferrari e Iaia Forte interpretano due sorelle,
un’ex bimba prodigio e un’attrice sul viale del tramonto, che
convivono da anni in una villa isolata di Posillipo nella black comedy
Come stelle nel buio  di Igor Esposito dirette da Valerio Binasco,
regista tra i più apprezzati e premiati della scena italiana. Dal 15
al 25 febbraio Vinicio Marchioni dirige e interpreta una riedizione
contemporanea di Zio Vanja nell’adattamento di Letizia Russo con
Francesco Montanari: il grande classico di Anton Čechov viene
riproposto in una chiave innovativa che, nel rispetto delle dinamiche
tra i personaggi e dei dialoghi, fa perno su precise note di
contemporaneità della scrittura esaltandone la straordinaria attualità
creativa. Marzo sarà in gran parte dedicato al progetto Grandi
italiani di Marco Baliani, Stefano Accorsi e Marco Balsamo, per la
prima volta rappresentato nella sua interezza, che si chiude
quest’anno con la nuova produzione Favola del principe che non sapeva
amare, ultimo capitolo della trilogia. Stefano Accorsi porterà in
teatro, diretto da Marco Baliani, la lingua di tre grandi italiani
Boccaccio, Ariosto e Basile, negli adattamenti dallo stesso Baliani,
sfidando la complessità delle loro opere, per scoprire quanto ancora
possiamo nutrirci delle loro invenzioni, dei loro azzardi, delle loro
intuizioni. L’Ambra Jovinelli sceglie di dedicare quasi un mese a
questo progetto che ben rappresenta la linea della nostra direzione
artistica mirando ad avvicinare il grande pubblico a tre giganti della
nostra letteratura attraverso spettacoli che siano colti ma popolari.
Dall’1 all 11 marzo debutterà Favola del principe che non sapeva
amare, spettacolo che prende sostanza da Lo Cunto de li cunti di
Gianbattista Basile e che attraverso un linguaggio fiabesco indaga il
mistero più misterioso di tutti, quello di riuscire a vivere. Dal 13
al 15 marzo Stefano Accorsi e Marco Baliani tornano di nuovo insieme a
giocare con i versi dell’Ariosto in Giocando con Orlando: un’inedita
ballata in ariostesche rime e una sfida a singolar tenzone con il
palcoscenico da condursi corpo a corpo, rima dopo rima. Infine, dal 16
al 18 marzo è la volta di Decamerone vizi, virtù, passioni,
liberamente tratto dall’opera di Boccaccio: Marco Baliani sceglie di
adattare sette tra le cento novelle del Decamerone, affidate
all’interpretazione di un affiatato gruppo di attori tra i quali
l’immancabile Stefano Accorsi. Dal 22 al 25 marzo le giornate saranno
dedicate alla stand up comedy con Antonio Ornano che si esibisce in
Horny, un’ode all’imperfezione che in chiave comica si propone di
squarciare l’ipocrisia di una società che ci vorrebbe sempre
infallibili e di successo. Dal 5 al 15 aprile va in scena un altro
grande classico riadattato per il teatro: attraverso la riscrittura e
l’ausilio di un rumorista e di una cantante, Sergio Rubini ci farà
rivivere Delitto e Castigo, l’epico romanzo dello scrittore russo
Fëdor Dostoevskij. Suo compagno di viaggio in questa incredibile
avventura sarà l’attore Luigi Lo Cascio. Dal 19 al 29 aprile Teresa
Mannino, attrice comica tra le più amate dal nostro pubblico, reduce
dal grande successo di Sono nata il ventitré, torna in teatro con il
suo nuovo spettacolo, Sento la terra girare ispirato sempre dalla sua
amata Sicilia. La stagione dell’Ambra Jovinelli si chiude in bellezza,
dal 3 al 13 maggio, con Ingresso indipendente: un’inedita commedia
degli equivoci interpretata da Serena Autieri e Tosca D’Aquino per la
regia di Vincenzo Incenzo, scritta da Maurizio de Giovanni, autore
napoletano di fama internazionale.

Teatro Ambra Jovinelli
Via Guglielmo Pepe, 4
http://www.ambrajovinelli.org/

 

The Sun’s Smile

Raffaela Anastasio

,

Cartellone Teatro Golden – Stagione 2017/2018

Apre la stagione, martedì 26 settembre, l’esilarante commedia di
Giulia Ricciardi “Le Bisbetiche stremate” diretta da Michele La
Ginestra ed interpretata da Beatrice Fazi, Federica Cifola, Giulia
Ricciardi.Segue il 24 ottobre “Uno sbagliato” , il testo ironico e cinico di
Edoardo Sylos Labini che sarà in scena accompagnato da Alice
Viglioglia, Milla Sing, Lorenzo Felice Tassiello e con i ragazzi della
GoldenStar Academy.Poi sarà la volta, dal 21 novembre, dell’omaggio a Rino Gaetano
“:..Chi mi manca sei tu” di Toni Fornari con Claudia Campagnola e
Marco Morandi.Da martedì 27 dicembre Marco Falaguasta, Marco Fiorini, Claudia
Campagnola e Monica Volpe sono gli interpreti di “Non si butta via
niente” di Marco Falaguasta, Alessandro Mancini, Giulia Ricciardi,
diretti da Tiziana Foschi.

Due interpreti d’eccezione, Claudio Casadio e Pamela Villoresi, sono i
protagonisti, da martedì 23 gennaio, della pièce di Massimo Carlotto
“Il mondo non mi deve nulla” per la regia di Francesco Zecca.

A febbraio, dal 13 al 25, Agusto Zucchi debutta sul palco del Golden
con “Un lettino con tre G.” di cui è protagonista insieme a Francesca
Nunzi.

Mentre dal 25 febbraio Max Maglione con suo figlio Mattia saranno i
padroni di casa dello show “Se rinasco ci ricasco”. Spettacolo a
sostegno dell’Associazione Peter Pan.

Dal 13 marzo sarà invece in scena la commedia di Danilo De Santis
“Quella piccola pazza cosa chiamata amore” diretta da Lillo ed
interpretata da Danilo De Santis, Roberta Mastromichele, Pietro
Scornavacchi, Roberto Belli, Chiara Buratti, Marco Aceti.

Il 10 aprile, l’ultimo spettacolo in abbonamento è la pièce scritta
dagli autori del Golden, Augusto Fornari, Toni Fornari, Andrea Maia,
Vincenzo Sinopoli :“Vi presento papà” interpretata da Mariano Rigillo,
Roberto Ciufoli, Giancarlo Ratti, Anna Teresa Rossini e Laura Ruocco.

Tanti anche gli appuntamenti fuori abbonamento. Dal 12 al 17 dicembre
Dado, sarà sul palco, con il suo dissacrante “Obladì Obladado”di Dado,
Emiliano Luccisano, Marco Terenzi.

Mentre dal 20 al 22 ottobre il teatro ospiterà un vero e proprio
evento: lo spettacolo tratto dal libro di Giusy Versace “Con la testa
e con il cuore” diretto da Edoardo Sylos Labini che vedrà in scena la
stessa Giusy accompagnata dal ballerino Raimondo Todaro e dal cantante
Daniele Stefani.

A maggio due commedie inserite nel progetto del Golden “Giovani
talenti in scena”. Uno spazio che da sempre il Golden riserva ai
giovani artisti. Inizia “Camping”, dall’ 8 al 14 maggio scritta da
Toni Fornari e con i scena i giovani ex allievi della scuola del
Golden. A seguire, dal 15 al 20 maggio, “Agenzia Syrano” di Laura
Grimaldi e Andrea Papale con Giorgia Ferrara,ex allieva della scuola
del Golden, Luca Forte, Fabrizio Mazzeo, Andrea Papale.

Come ogni anno, il 16 e il 17 settembre, il Golden ospiterà la
prestigiosa competizione nazionale The Battle of the year, che
sceglierà le migliori crew italiane di breakdance che parteciperanno
alla finale internazionale. Dedicata alla break dance, all’ hip hop
e a tutte le danze di estrazione street è la rassegna Open al Golden
per il terzo anno consecutivo.

Il Teatro Golden ospita durante la stagione alcuni festival
prestigiosi come il Festival del teatro Forense e il Festival dei
laboratori teatrali delle scuole di Roma e provincia.

Continua l’impegno del Teatro Golden affianco dell’Associazione Peter
Pan. La onlus romana è impegnata da oltre 20 anni dando ospitalità
alle famiglie non residenti a Roma che hanno il proprio figlio malato
oncologico in cura presso gli ospedali del Bambin Gesù e del
policlinico Umberto I.

In questi anni con i proventi raccolti dal Golden si sono potute
realizzare, all’interno della struttura, un’aula scuola, un parco
giochi, una sala per gli adolescenti e una sala cinema.

The Sun’s Smile

Raffaela Anastasio

 
 
 
 
 

 

 

,

Magnifici 7 – Teatro degli Arcimboldi di Milano

I MAGNIFICI 7

1967/1977 – L’incanto della musica

DAL 6 GIUGNO AL 31 LUGLIO

AL TEATRO DEGLI ARCIMBOLDI DI MILANO

20 appuntamenti, oltre 50 artisti, una mostra, happening, concerti,
performance, parole, immagini e confronti.

Ideazione e direzione artistica di Enzo Gentile

Dal 6 giugno al 31 luglio, il foyer del Teatro degli Arcimboldi di
Milano (Viale dell’Innovazione, 20 – inizio alle ore 19.00 – ingresso
libero), ospita la rassegna I MAGNIFICI 7 – 1967/1977, ideata e curata
da Enzo Gentile, una nuova iniziativa dove legare tra loro i
linguaggi, le dinamiche e i protagonisti che ruotano intorno alla
musica dei nostri giorni. 20 appuntamenti, oltre 50 artisti, una
mostra, happening, concerti, performance, parole, immagini e
confronti.

Come termine di riferimento e di riflessione, nella rassegna sono
stati individuati due anni, il 1967 e il 1977, che hanno fatto da
trampolino, da specchio, da volano per molti movimenti culturali e
artistici giunti fino a noi: in un flusso emozionale che abbraccia
dalla Summer of love all’esplosione del punk, dalla psichedelia alle
protest songs di ribellione e denuncia, dal suono e dagli slogan di
una generazione fino al segno grafico che già dal manifesto ci indica
la direzione, abbiamo pensato a set di musica e conversazioni, dove
discutere, ascoltare, presentare nuovi lavori e passare in rassegna
antiche memorie. Il tutto con l’ausilio e l’insostituibile concorso di
amici e testimoni che il grande pubblico ben conosce.

Dopo la festa di inaugurazione del 6 giugno, dove si alterneranno con
le loro testimonianze alcuni simboli della nostra canzone d’autore di
un’epoca sempreverde, Fabio Concato, Eugenio Finardi, Enrico Ruggeri,
con le performance al pianoforte di Carlo Cialdo Capelli e Gaetano
Liguori, che sonorizzerà Que viva Mexico, capolavoro di Sergej M.
Ejzenstejn, e con il ricordo di Stefano Rosso, da parte di un suo
stretto collaboratore, Andrea Tarquini, si prospetta una lunga serie
di appuntamenti, avanti fino al 13 luglio.

In dettaglio: 7 giugno Alberto Fortis e Omar Pedrini, 8 giugno
Vincenzo Zitello, 13 giugno Roberto Cacciapaglia, 14 giugno Conciorto
con Gianluigi Carlone e Biagio Bagini, 15 giugno Patrizia Di Malta
Quartet, 19 giugno Folco Orselli, Ginger Bender e Vincenzo Costantino
“Cinaski”, 20 giugno Ivan Cattaneo, 21 giugno Massimo Priviero, 27
giugno Livia Grossi e Alessio Lega, 28 giugno Franco Mussida, 29
giugno Mauro Ermanno Giovanardi con Lele Battista, Martinelli e
Gianluca De Rubertis, 3 luglio Dente, 4 luglio Marco Pesatori e
Rosarita Crisafi, 5 luglio Francesco Baccini, 6 luglio Emanuele
Fasano, Rolando Giambelli e Processo a Sgt. Pepper, 10 luglio Paolo
Bonfanti, Laura Fedele, Ezio Guaitamacchi e Brunella Boschetti, 11
luglio Alessandra Mostacci e Giangilberto Monti, 12 luglio Cesare
Picco, 13 luglio Woody Gipsy Band.

Come arredo e sfondo agli incontri, la mostra s/Edizione
Straordinaria, dove intercettare l’immaginario dei tempi, foto,
copertine, slogan e messaggi dall’impero di segni mai dimenticati.

Per informazioni e per il programma completo: www.ipomeriggi.it

Per informazioni: Tel. 345.8225374

The Sun’s smile

Raffaela Anastasio

,

Napoli Teatro Festival Italia – 2017

Il NAPOLI TEATRO FESTIVAL ITALIA giunge alla sua decima edizione. Organizzato dalla Fondazione Campania dei Festival, organismo in house della Regione Campania presieduto da Luigi Grispello, è diretto da Ruggero Cappuccio. Inizierà il prossimo 5 giugno e proseguirà fino al 10 luglio proponendo nei 36 giorni di programmazione 155 appuntamenti che si realizzeranno in 40 spazi della regione. 57 saranno gli spettacoli – tra prosa e danza –  43 i concerti, 10 i laboratori sulle Arti Sceniche, distribuiti in undici sezioni.

Dagli spettacoli Internazionali a quelli Italiani, attraversando Danza, Musica, Cinema, Letteratura, Formazione, Mostre, ed ancora la sezione SportOpera che racconta della passione dei grandi scrittori per il tema dell’agòne, i Progetti Speciali, fino alla sezione Osservatorio che darà spazio a compagnie di grande valore sostenendole nel processo produttivo.

Il Festival inizia in Piazza Plebiscito, lunedì 5 giugno (dalle ore 21.30) con LUCE DEL SUD, il concerto di FRANCO BATTIATO, in scena con la sua Electric Band e con gli archi della Symphony Orchestra, diretti da CARLO GUAITOLI, in una serata che accoglie gli interventi poetici di FABRIZIO GIFUNI, MIMMO BORRELLI, IMMA VILLA e le suggestioni visive delle immagini, inedite, dell’artista ANTONIO BIASIUCCI.

Da qui prende il via una lunghissima edizione che, fino al 10 luglio, accoglierà decine di debutti in prima assoluta a partire da quelli di ANGELICA LIDDELL (con “Genesi 6, 6-7”, terzo capitolo del suo lavoro sull’Infinito il 17 e 18 giugno al Teatro Politeama), di DIMITRIS PAPAIOANNOU (che presenta “The Great Tamer”, il 23 e 24 giugno a Napoli, dopo la prima mondiale del 24 maggio ad Atene, unica tappa italiana e tra le prime di una lunga tournée internazionale che prosegue poi a Barcellona, Madrid, Avignone, Seoul), di JAN FABRE ( con “Belgian Rules”, in anteprima assoluta l’1 e 2 luglio, poi a Vienna, Roma, Siviglia, Amsterdam, Anversa).

Undici sezioni di un Festival costruito sulle nuove creazioni di tantissimi autori, registi, attori, musicisti, da Roberto Andò, a Luca Barbareschi, Stefano Massini, Alessandro Preziosi, Fabrizio Gifuni, Luca Zingaretti, Alfonso Santagata, Antonio Capuano, Enzo Moscato, Cristina Comencini, Lina Prosa, Mimmo Borrelli, Roberto Herlitzka, Andrea Renzi, Enzo Avitabile, Peppe Servillo, i Solis String Quartet, l’Orchestra di Piazza Vittorio, Ambrogio Sparagna, l’Ensemble Berlin, Licia Maglietta, Luciano Saltarelli, Andrea De Rosa , Cristina Donadio, Giuseppe Sollazzo, Pino Carbone, Ascanio Celestini, Ennio Fantastichini, Iaia Forte, Antonella Stefanucci, Laura Curino, Simone Derai, Rosalba Di Girolamo, Gea Martire, Teresa Saponangelo, Fulvio Cauteruccio, Sara Bertelà, Massimo Luconi, Rocco Papaleo, Mario Gelardi, Renato Salvetti, Angela Pagano, Andrej Longo, Marcello Cotugno, Gennaro Cimmino, Marcello Colasurdo, Elena Bucci, solo per fare qualche esempio.

Particolarmente significativo lo spazio destinato alla sezione dedicata alla Formazione, che sintetizza uno dei nodi centrali dell’edizione 2017 del Napoli Teatro Festival Italia ovvero il rapporto tra i Maestri e i giovani talenti, l’incontro tra i linguaggi e le generazioni unite nella necessaria e vitale trasmissione dei saperi. Eimuntas Nekrosius, Peter Brook e Marie-Hélène Estienne, Tomi Janežič, saranno a Napoli per condividere la loro arte con giovani artisti della regione e, allo stesso modo, Bruno Leone, Maurizio Capone, Laura Curino, Elena Bucci, Enzo Marangelo, Andrea Renzi, Spiro Scimone e Francesco Sframeli avvieranno qui i loro laboratori con giovani allievi italiani e stranieri (saranno 190 in tutto) così da favorire “il vitale corto circuito tra saperi provenienti da mondi diversi”.

 

La sezione cinema si svolgerà in collaborazione con il Festivaletteratura di Mantova allineando film mai distribuiti in Italia dedicati alle figure dei grandi scrittori del mondo. La sezione Mostre proporrà “Costumi da Star”, l’esposizione di costumi per il cinema, il teatro e la lirica realizzata da grandi artisti italiani quali Piero Tosi, Maurizio Millenotti, Gabriella Pescucci e Carlo Poggioli, ma anche “Epifanie 02” una mostra-installazione risultato della seconda edizione del “laboratorio irregolare” di Antonio Biasiucci.

Tra i progetti speciali del NTFI 2017 si segnalano le provocazioni di “ATTORI IN VETRINA”, il “GLOB(E) AL SHAKESPEARE” che trasforma in teatro elisabettiano gli spazi del Teatro Bellini di Napoli per accogliere, tra tragedie e commedie, sei titoli di Shakespeare diretti da Andrea De Rosa, Giuseppe Miale Di Mauro, Gabriele Russo, Francesco Saponaro, Serena Sinigaglia, Emanuele Valenti, ed ancora, un “ANFITEATRO URBANO DI PERIFERIA” a San Giovanni a Teduccio per mettere in scena la commedia “Gli onesti della banda” liberamente tratta da testi di Mario Scarpetta ed Age e Scarpelli.

Il teatro Politeama, il teatro Bellini, il teatro di San Carlo, Villa Pignatelli e Palazzo Cellamare, oltre al Palazzo Reale ma anche alla periferia di San Giovanni a Teduccio (dove opera il collettivo del Nest), sono alcuni degli altri spazi prescelti per enucleare l’intero programma della decima edizione del Festival che informerà le altre principali città della Campania con specifiche produzioni tematiche: Salerno sarà associata al tema dell’acqua, Benevento a quello del fuoco, Caserta a quello dell’aria, Avellino a quello della terra.

 Il Napoli Teatro Festival Italia si pone come organismo di crescita culturale e sociale. In tal senso favorirà la partecipazione del pubblico attraverso un’oculata politica di prezzi che propone un biglietto ad 8 euro, un ridotto a 5 per gli under 30 e la gratuità per alcune categorie sociali.

Programma, schede dei singoli spettacoli ed informazioni al sito: www.napoliteatrofestival.it

 

 

The Sun’s Smile

Raffaela Anastasio

,

Cartellone Teatro Nino Manfredi – Stagione 2017/2018

Cartellone Teatro Nino Manfredi – Stagione 2017/2018 – Comunicato

Un cartellone ricco di novità, ma anche di tante conferme.

Il taglio del nastro è fissato per il 17 ottobre, e a compiere l’opera
sarà una new entry: Pino Insegno, in scena al fianco di Alessia
Navarro, con uno dolce spettacolo sui rapporti di coppia. Si continua
con il direttore artistico Felice Della Corte, che affronta un’opera
sorprendente, un anomalo tentativo di “cambiare il mondo”. E avanti
con i ritorni di Gabriele Pignotta, insieme a Michela Andreozzi, in un
brillante testo di Angelo Longoni; Marco Cavallaro, nella sua ultima
divertente fatica, con cui festeggeremo l’ultimo dell’anno a suon di
risate; Paola Tiziana Cruciani e Paolo Triestino protagonisti di una
intrigante piéce firmata Gianni Clementi; nuovamente Longoni, con una
black comedy interpretata da Amanda Sandrelli, Simone Colombari,
Eleonora Ivonee Giorgio Borghetti (questi ultimi due già
applauditissimi ne L’amore migliora la vita); Pietro Longhi con il
nuovo ingresso di Rita Forte, ad interpretare un classico della
commedia americana, con qualche delizia canora. Il rush finale prevede
altri campionissimi: Mario Zucca e Marina Thevez, alle prese con un
direttore d’orchestra depresso ed una buffa psicologa che ha il
compito di guarirlo; il ritorno di Eduardo Tartaglia e Veronica Mazza,
interpreti di una divertente piéce dello stesso Tartaglia. Nota a
parte, il poetico omaggio ad Aldo Fabrizi fatto da uno degli
interpreti più attivi sulle scene teatrali e cinematografiche
italiane: Maurizio Mattioli.

Teatro Nino Manfredi

Via dei Pallottini 10
00122 Roma
Tel. 0656324849
http://www.teatroninomanfredi.it/
 
The Sun’s Smile
Raffaela Anastasio
 
 
 
 
 
 

 

,

Cartellone Teatro Sala Umberto – Stagione 2017/2018

Cartellone Teatro Sala Umberto – Stagione 2017/2018

La stagione 17/18 si inaugura il 28 settembre con ODIO AMLETO di Paul
Rudnik, commediografo americano, con Gabriel Garko, Ugo Pagliai e la
partecipazione di Paola Gassman diretti da Alessandro Benvenuti, una
storia di una star televisiva che accetta di interpretare Amleto e si
imbatte nel fantasma del leggendario attore John Barrymore.

Segue un classico del repertorio di Molière, prodotto dal Teatro
Stabile di Genova e dal Teatro Due di Parma, IL BORGHESE GENTILUOMO
diretto e interpretato da Filippo Dini insieme a Orietta Notari, Sara
Bertelà, Davide Lorino, Valeria Angelozzi, Ivan Zerbinati, Ilaria
Falini, Roberto Serpi, Antonio Zavatteri.

A dicembre arriva UN’ORA DI TRANQUILLITÀ che ha già raccolto un gran
successo di pubblico nella passata stagione, con Massimo Ghini che
interpreta e dirige l’opera di Zeller, con Claudio Bigagli, Massimo
Ciavarro, Alessandro Giuggioli, Galatea Ranzi, Luca Scapparone, Marta
Zoffoli; un testo semplicemente esilarante.

A Natale il nuovo testo di Gianni Clementi BUKUROSH MIO NIPOTE, OVVERO
IL RITORNO DEI SUOCERI ALBANESI con Francesco Pannofino ed Emanuela
Rossi e altri cinque attori diretti da Claudio Boccaccini; la
medesima compagnia che ha segnato il grande successo delle passate
stagioni con oltre 200 recite al suo attivo in tutta Italia.

Nel 2018 Carlo Buccirosso festeggia il suo decimo anno in stagione
alla Sala Umberto con una nuova produzione IL POMO DELLA DISCORDIA con
una compagnia di 10 attori di grande valore, tra i quali ricordo la
meravigliosa voce di Maria Nazionale: un padre conservatore e un
figlio gay non dichiarato; una solida scrittura dove si ride e si
pensa.

Arriviamo a Carnevale con il nuovo spettacolo musicale di Lina
Sastri, ricco di videoproiezioni e meravigliose canzoni dal repertorio
tradizionale napoletano e non, che scandiscono il racconto della vita
di Lina

Segue a fine febbraio ROSALYN una commedia noir di Edoardo Erba con
Marina Massironi e Alessandra Faiella; due donne, un amante violento,
un omicidio, un mistero profondo, alla cui soluzione è appesa la vita
delle due donne.

In aprile due progetti molto interessanti dedicati ai giovani, che ci
auguriamo accorrano in massa: LA PARTITELLA di Giuseppe Manfridi con
20 attori giovanissimi, diretti da Francesco Bellomo – un viaggio
nell’età di passaggio che va dall’ultimo anno di scuola al primo anno
di Università o lavoro – e poi THE EFFECT di Lucy Prebble, con
Fabrizio Falco, Sara Putignano, Alessandro Federico e Alessandra
Giangiuliani, diretti da Silvio Peroni: un dramma nodoso che indaga
ciò che ci rende quello che siamo.

Chiuderà la stagione con un ritorno a grande richiesta LE BAL L’Italia
balla dal 1940 al 2001 uno spettacolo di Giancarlo Fares; siamo felici
che un progetto così rischioso con 16 attori under 30 sia realmente
piaciuto, ottenendo un ampio consenso.

Prima di salutarvi e chiudere questa presentazione ricordo che gli
abbonati della Sala Umberto tramite una card possono assistere agli
spettacoli del Teatro Brancaccio, Brancaccino e dello Spazio Diamante

######

28 settembre – 15 ottobre 2017

Ares Film e Isola Trovata

(in ordine alfabetico)
Gabriel Garko e Ugo Pagliai

ODIO AMLETO
di Paul Rudnick

e con la partecipazione di Paola Gassman

regia Alessandro Benvenuti

######

19 – 29 ottobre 2017

Fondazione Teatro Due, Teatro Stabile di Genova

Filippo Dini, Orietta Notari, Sara Bertelà, Davide Lorino, Valeria Angelozzi
Ivan Zerbinati, Ilaria Falini, Roberto Serpi, Antonio Zavatteri
IL BORGHESE GENTILUOMO
di Molière – traduzione Cesare Garboli

regia Filippo Dini

######

30 novembre – 17 dicembre 2017
Valerio Santoro per La Pirandelliana
Massimo Ghini
UN’ORA DI TRANQUILLITA’
di Florian Zeller
con in ordine alfabetico
Claudio Bigagli, Massimo Ciavarro Alessandro Giuggioli

Galatea Ranzi, Luca Scapparone, Marta Zoffoli

regia Massimo Ghini

######

19 dicembre 2017 – 14 gennaio 2018
Viola Produzioni
Francesco Pannofino Emanuela Rossi
BUKUROSH, MIO NIPOTE
ovvero il ritorno de I suoceri albanesi
di Gianni Clementi
con Andrea Lolli Silvia Brogi Maurizio Pepe Filippo Laganà Elisabetta Clementi
regia di Claudio Boccaccini

######

16 gennaio – 4 febbraio 2018

Ente Teatro Cronaca Vesuvioteatro

Carlo Buccirosso
IL POMO DELLA DISCORDIA

con Maria Nazionale

e con (in ordine di apparizione) Monica Assante di Tatisso, Giordano
Bassetti, Claudiafederica Petrella, Elvira Zingone, Matteo Tugnoli,
Mauro de Palma, Peppe Miale Fiorella Zullo

e con la partecipazione di Gino Monteleone

scritto e diretto da Carlo Buccirosso

######

8 – 18 febbraio 2018

Ente Teatro Cronaca Vesuvioteatro

Lina Sastri
LA MIA VITA… IN MUSICA

scritto e diretto da Lina Sastri

######

22 febbraio – 11 marzo 2018

Nidodiragno/ Coop CMC

con la collaborazione del Teatro del Buratto

Marina Massironi, Alessandra Faiella

ROSALYN

di Edoardo Erba

regia di Serena Sinigaglia

######

29 marzo – 15 aprile 2018

Isola Trovata

Carmine Buschini Claudia Tosoni
LA PARTITELLA

di Giuseppe Manfridi

(Compagnia formata da 20 attori)

regia di Francesco Bellomo

######

19 – 29 aprile 2018

Karamazov Associati

Fabrizio Falco Sara Putignano

Alessandro Federico Alessia Giangiuliani

THE EFFECT

di Lucy Prebble

traduzione di Andrea Peghinelli

regia di Silvio Peroni

######

3 – 13 maggio 2018

Ma.Ga.Mat

Gabriele Cirilli

#TALEEQUALEAME

di Gabriele Cirilli, Maria De Luca, Carlo Negri
regia di Gabriele Guidi

######

17- 27 maggio 2018

Viola Produzioni

LE BAL
da Le bal, una creazione del Théâtre du Campagnol
da un’idea e nella regia di Jean-Claude Penchenat

coreografie di Ilaria Amaldi

regia di Giancarlo Fares

 
 
 
 
 
 

 

,

Cartellone Teatro Parioli – Stagione 2017/2018

Cartellone stagione 2017/2018 del Teatro Parioli

Il Teatro Parioli presenta “Nuovi Scenari”, una stagione di
rinnovamento e cambiamento pensata dalla direzione artistica di Luigi
De Filippo per allargare la platea del pubblico teatrale.

La nuova offerta culturale del Teatro Parioli, infatti, da questa
stagione diventa ancor più trasversale: l’innovazione si muove nel
solco della tradizione, e ogni spettacolo che verrà rappresentato al
Parioli sarà un vero e proprio “evento”. Il Parioli sarà vivo, aperto
a ogni tipo di “esperienza”: proporrà spettacoli della tradizione
teatrale accanto a spettacoli contemporanei, musica dal vivo di
artisti indipendenti e spettacoli per famiglie, eventi per bambini e
matinée per studenti.

La stagione 2017/2018 sarà preceduta da un mese di concerti
organizzati dalla Leave Music, per poi essere inaugurata da “Poker”
(dal 24 ottobre al 5 novembre), spettacolo scritto dall’autore di
Closer, diretto da Antonio Zavatteri, e interpretato da Francesco
Montanari, già protagonista della serie Romanzo Criminale e star
affermata in ambito teatrale, affiancato dalla Compagnia Gank.

Seguirà poi un grande classico rivisitato in chiave moderna ed
esilarante da Ugo Chiti: “L’avaro” di Molière (dal 7 novembre al 19
novembre), il cui protagonista sarà Alessandro Benvenuti.

Le sorti della commedia brillante sono nelle mani di “Sabbie mobili”
(dal 21 novembre al 3 dicembre), con Roberto Ciufoli, Max Pisu, e Nino
Formicola, il grande Gaspare. L’inedito trio comico, diretto da
Alessandro Benvenuti, garantirà risate ed allegria.

“Due civette sul como’” (dal 5 dicembre al 10 dicembre), pièce tratta
dal testo del premio Pulitzer David Lindsay Abaire, e diretta da
Enrico Maria Lamanna, narra la storia di due signore anziane che
passano le loro giornate tra ripicche e battibecchi. Le due
amiche-rivali sono interpretate da Simona Marchini e Valeria Fabrizi.

La Compagnia italiana di operette propone “La vedova allegra” (16-21
gennaio), un grande classico del genere, e “La duchessa di Chicago”
(13-18 febbraio), con le stupende musiche di George Gershwin.

Anna Galiena e Corrado Tedeschi portano in scena, diretti da
Zavatteri, “Notte di follia” (dal 23 gennaio al 04 febbraio), lotta a
suon di battute tra una ex galeotta ed un presentatore televisivo in
decadenza.

Gabriele Guidi dirige Valentina Lodovini e Ivano Marescotti, in “I
have a dream” (dal 20 febbraio al 4 marzo), spettacolo sui grandi
discorsi che hanno cambiato il corso della storia.

Maurizio Micheli, Bendicta Boccoli, Nini Salerno, e Antonella Elia, ne
“Il più brutto weekend della nostra vita” di Norm Foster (dal 3 al 15
aprile) si concentrano sul tema dell’ amore-odio, garantendo risate,
paradossi, e allegria.

Il maestro Luigi De Filippo, ultimo erede della più grande dinastia
teatrale italiana, offrirà un excursus del tutto inedito e personale
sulla storia della sua famiglia in “De Filippo racconta De Filippo”
(17-22 aprile) e divertirà e commuoverà ancora una volta gli
spettatori recitando in “Natale in casa Cupiello” (dal 26 dicembre al
14 gennaio), uno dei più grandi capolavori di Eduardo.

Il 15 e 16 dicembre “Griselidis: memorie di una prostituta” è un testo
contemporaneo su una donna forte e controversa interpretata da Serra
Yilmaz, già musa del regista Ferzan Ozpetek.
Alessandro Benvenuti, poi, sarà di nuovo sul palco del Parioli per
riproporre il suo “Benvenuti in casa Gori” (21 e 22 dicembre) ,
commedia esilarante in cui l’attore toscano dà vita, da solo, a ben 10
personaggi.

Il palcoscenico del teatro romano darà, anche quest’anno, spazio ai
più eminenti rappresentanti della società civile: torneranno sul palco
del Parioli i processi ai più controversi personaggi della storia
moderna nel format “La storia a processo”, ideato e coordinato dalla
dottoressa Elisa Greco.

La compagnia Teatro Novanta intratterrà grandi e piccini in un doppio
appuntamento : il classico per le scuole “Mattina in musical” con “Il
gatto con gli stivali” e “Alice nel paese delle meraviglie”,
quest’ultimo presente anche nella novità della stagione “Domenica in
famiglia” assieme allo spettacolo “Pinocchio”.

Per la rassegna “Parioli Multimediale” le scuole avranno la
possibilità di assistere a “I Promessi Sposi siamo noi” e “Inferno”,
due capolavori della letteratura italiana riproposti in chiave
avvincente e moderna da Luciano Roman.

Ma non solo di spettacoli è fatto il teatro, che deve, nelle
intenzioni della direzione artistica del Parioli, divenire spazio
d’incontro e di ricerca garantendo un’offerta culturale che sia quanto
più ampia possibile, dinamica, e su più livelli.

Quindi, anche il foyer del Parioli si apre agli artisti, e in
occasione della prossima stagione accoglierà una mostra fotografica
permanente dal titolo “Portraits”.

I foto-ritratti degli artisti che compongono l’offerta culturale del
nuovo Parioli, catturati dagli scatti del fotografo Carlo Mogiani,
accompagneranno il pubblico nel suo cammino verso la sala, guidandolo
nel meraviglioso percorso dello spettacolo dal vivo.

La stagione del Teatro Parioli 2017/18 vuole segnare un punto di
svolta sia nella sua offerta culturale che nel rapporto con i suoi
spettatori, proponendo non solo classici spettacoli, ma vere e proprie
esperienze.

Teatro Parioli Peppino De Filippo Via Giosuè Borsi 20, 00197 – Roma
tel . 06 8073040
www.parioliteatro.it

 
The Sun’s Smile
Raffaela Anastasio
 
 
 
 
 

 

,

Teatro risorse

Risorse utili da conservare.

Oggi vi segnalo un Link molto utile per gli amanti del teatro come me.

Cliccando su questo Link troverete notizie utili.

Siti, orari, spettacoli, informazioni, descrizioni e anche le mappe con i percorsi per raggiungere il Teatro, in più tutte le foto dei Teatri di Roma.

 

 

http://www.inrometoday.it/ita/teatri/index.htm#.WRlOhGjyi03

Buona navigazione.

The Sun’s Smile

Raffaela Anastasio